• Articolo , 29 novembre 2010
  • Lufthansa, voli “rinnovabili” dalla prossima primavera con Neste Oil

  • Grazie all’intesa siglata oggi con la compagnia finlandese Neste Oil Lufthansa utilizzerà a partire dalla prossima primavera carburanti “rinnovabili” per alimentare normali voli di linea sulla tratta Francoforte-Amburgo

(Rinnovabili.it) – Dopo le più che positive notizie arrivate nelle scorse settimane dalle prove di “volo con biofuel “latino””:http://www.rinnovabili.it/battesimo-del-cielo-latino-per-il-biofuel-di-airbus-403464 della Airbus in partnership con la più grande compagnia brasiliana TAM Airlines, un’altra buona notizia per l’aviazione civile arriva grazie all’intesa siglata oggi tra Lufthansa e Neste Oil. Le due società hanno infatti chiuso un importante accordo che renderà possibile l’utilizzo del biocarburante NExBTL prodotto dalla compagnia Neste Oil (lo stesso che si sta producendo attualmente a Singapore nello “stabilimento più grande del mondo”:http://www.rinnovabili.it/partita-la-produzione-della-piu-grande-fabbrica-di-biodiesel-al-mondo595955) per alimentare alcuni voli commerciali a partire dalla prossima primavera. La chiusura di questo accordo rappresenta, come specifica una nota ufficiale della società finlandese, un importante passo in avanti per entrambe le società. Sarà, infatti, la prima volta in assoluto in cui il carburante rinnovabile verrà usato su normali voli di linea.
Secondo quanto riferisce la Neste Oil, la sperimentazione dovrebbe iniziare a partire dalla primavera 2011, subito dopo aver ottenuto il via libera dalla _ASTM – American Society for Testing and Materials._ Questo particolare programma di “voli verdi” della Lufthansa è parte di un progetto di sviluppo sostenuto dal Ministero Tedesco dell’Economia e della Tecnologia che, oltre a Lufthansa, ha coinvolto altri importanti soggetti come MTU e Deutsche Airbus, e può contare sulla collaborazione anche di diversi atenei.
Durante una prima fase, la tratta in cui verrà utilizzato il biocarburante sarà quella tra Francoforte e Amburgo. Gli aerei utilizzeranno in uno dei due motori una miscela composta per il 50% dal carburante NExBTL e per il restante 50% dal carburante tradizionale di origine fossile, mentre per alimentare l’altro motore verrà utilizzato esclusivamente carburante convenzionale.