• Articolo , 31 gennaio 2011
  • l’ultimo rapporto dell’Eurispes sul consumo energetico Italiano

  • IL nuovo rapporto dell’Eurispes ci mostra una fotografia della situazione attuale sulle fonti rinnovabli in Italia e di come questo si siano evoluti nell’ultimo decennio

(rinnovabili.it) L’ultimo rapporto dell’EURISPES ha evidenziato come nei consumi elettrici domestici e dei servizi nazionale che oltre il 50% è coperto dalle fonti rinnovabili.

In particolare la situazione Italiana sulle fonti rinnovabili mostra che l’energia prodotta interna rispetto a quella importata è stata sempre in crescita fino al 2005, dove si è assistito ad una inversione di tendenza. Tutto il decennio del 2000 comunque è stato caratterizzato da una costante riduzione del petrolio a favore del gas naturale, anche se per la maggior parte sono sempre stati importati dall’estero.

Comunque secondo il rapporto Eurispes 2008, L’Italia rimane sempre un grande consumatore di petrolio rispetto alle altre fonti energetiche comprese quelle rinnovabili, anche se c’è un sensibile aumento del consumo di gas naturale in controtendenza con la sempre minor produzione che ci costringe quindi ad una maggiore dipendenza estera.

Nello stesso anno si registra anche una forte crescita complessiva delle fonti rinnovabili che raggiungono quasi i 13,5 milioni d Tep, per la maggior parte ottenuto da fonti idroelettriche e biomassa, senza però trascurare le altre sorgenti.
Parte di questa energia viene cosi distribuita tra i consumi come 50% nel domestico e servizi, un 46% nel settore industriale mentre nel settore dei trasporti tocca solo un 10% del totale

Per quanto riguardano i consumi termici è dato da un 2,3% di biodisel al posto dei carburanti fossili, Biomasse , solare termico geotermia, che nel 2007 superano il calore prodotto dalla cogenerazione.

Infine i trasporti vedono nel biodisel si è vista dimezzata in pochi anni la produzione , arrivano nel 2007 a toccare un suo minimo storico.