• Articolo , 24 maggio 2011
  • L’Umbria Water Festival 2012

  • Ha preso il via nei giorni scorsi con un incontro tra le diverse istituzioni locali, Regione dell’Umbria Assessorati all’Ambiente e alla Cultura, Provincia di Perugia e Provincia di Terni, il percorso che porterà alla realizzazione della prima edizione dell’ Umbria Water Festival , prevista tra un anno esatto, dal 17 al 20 maggio 2012 . […]

Ha preso il via nei giorni scorsi con un incontro tra le diverse istituzioni locali, Regione dell’Umbria Assessorati all’Ambiente e alla Cultura, Provincia di Perugia e Provincia di Terni, il percorso che porterà alla realizzazione della prima edizione dell’ Umbria Water Festival , prevista tra un anno esatto, dal 17 al 20 maggio 2012 .

Le istituzioni stesse costituiranno il Comitato Promotore del Festival (sotto forma di associazione pubblica aperta), il cui coordinamento verrà svolto dalla Provincia di Terni, al quale verranno subito invitate a partecipare anche le Camere di Commercio I.A.A. di Perugia e Terni che, attraverso i loro Presidenti, Giorgio Mencaroni ed Enrico Cipiccia, hanno già espresso un parere favorevole all’iniziativa. Saranno, tuttavia, chiamati a contribuire attivamente all’organizzazione dell’evento anche altri soggetti, pubblici e privati, locali, nazionali e internazionali, in primis l’Università di Perugia, come supporto culturale e scientifico, e l’Unesco che, proprio a Perugia, nella prestigiosa Villa Florenzi, ha collocato la sede del World Water Programme.

In particolare, l’evento mira a mettere insieme le tante realtà già esistenti in Umbria che operano nel settore, attuando un programma articolato che, nei quattro giorni del festival, possa coinvolgere l’intero territorio umbro a partire dalle aree più note, legate all’acqua, come la Cascata delle Marmore, il Trasimeno o i corsi d’acqua a cominciare dal fiume Tevere, ma anche quelle meno conosciute dal grande pubblico come le aree termali di Città di Castello, Spello, Parrano e Castel Viscardo, quella geotermica di Castel Giorgio e quelle delle acque minerali.

Proprio per mettere in evidenza l’importanza dell’acqua, i suoi molteplici utilizzi, la natura e rendere l’Umbria “Capitale mondiale dell’acqua”, l’evento sarò strutturato in differenti aree tematiche, dallo sport alle energie rinnovabili, dalle Acque Minerali all’area termale-salutistica, dalla metereologia alla convegnistica, dall’irrigazione agli aspetti spirituali e religiosi connessi all’ acqua e prevederà attività diverse anche di carattere spettacolare, ideate per grandi e piccoli, per le famiglie come per gli sportivi, per chi è attento all’ambiente e ai consumi o per il “semplice” turista, attraverso le quali tutti possano conoscere, approfondire, scoprire ogni aspetto dell’elemento Acqua.