• Articolo , 6 febbraio 2009
  • MADE expo, effetto architettura

  • Grande affluenza al Made expo, per gli espositori una buona affluenza di progettisti, imprese e serramentisti

A due giorni dall’apertura della seconda edizione di MADE expo si contano già i consensi di pubblico e gli apprezzamenti degli espositori. La manifestazione fieristica è ospitata alla Fiera di Milano-Rho e proseguirà fino al 7 febbraio. MADE expo, è per tutti gli addetti ai lavori un evento importantissimo, con oltre 100.000 mq di superficie a disposizione dei 1739 espositori e un corposo calendario di eventi e convegni. Un salone dal respiro internazionale, grazie anche ai suoi 263 espositori stranieri e all’estrema varietà dei prodotti esposti nei suoi 29 saloni. Molte le novità proposte che rispondono ad un mercato sempre più esigente, con i progettisti, le imprese e i serramentisti sempre in cerca di nuove soluzioni che all’innovazione non legano necessariamente un materiale high-tech ma anche tradizionale. Un catalogo quello di quest’anno che risponde pienamente a queste caratteristiche, completo di prodotti e tecnologie per costruire, ristrutturare e recuperare. Un luogo da visitare con tutto il tempo che ci vuole per chi naviga nel complesso mondo delle costruzioni. Giulio Cesare Alberghini, amministratore delegato di MADE eventi srl ha commentato così poco tempo fa “Nonostante il periodo non certo facile per le imprese italiane – disse a pochi giorni dell’apertura – il settore dell’edilizia, che pure sta risentendo della crisi, cerca di trovare soluzioni nell’innovazione, nel progetto e nella ricerca e le aziende, confermando la loro partecipazione a MADE expo, dimostrano la loro fiducia nei confronti di una manifestazione che si presenta come il catalogo più completo di prodotti e tecnologie per costruire, ristrutturare e recuperare”. Alla presenza del Sindaco Letizia Moratti, lo scorso 3 febbraio in Piazzetta Reale a Milano è stata inaugurata TOYBUILDING, l’installazione evento del progettista Italo Rota è stata organizzata da MADE expo in collaborazione con il Comune di Milano – Assessorato alla Cultura e promosso da Federlegno-Arredo e Uncsaal. L’installazione è ispirata alle sculture di Giacomo Balla, ed è un chiaro omaggio al centenario del Manifesto Futurista. Un ritorno positivo sull’evento in questi primi giorni di apertura viene anche dagli espositori, che si sono pronunciati molto positivamente circa l’affluenza e la qualità dei visitatori con i progettisti, le imprese e i serramentisti, a fare da protagonisti. Il Made expo ha l’attenzione all’ambiente, il risparmio energetico e la sostenibilità come cuore del suo programma, con il grande convegno “CITYFUTURES. Architettura, Design, Tecnologia per il futuro della città” che è il suo biglietto da visita e convegno di apertura. Il convegno è stato organizzato da SITdA, Società Italiana di Tecnologia dell’Architettura, in collaborazione con MADE expo. Esperti internazionali, quali Gary Lawrence, Zheng Shiling, Lee Schipper, George Kunihiro, Jaime Lerner hanno partecipato il 4 e il 5 a incontri e dibattiti. Gli incontri sono tenuti con il fine di offrire nuovi spunti di riflessione, cercando di immaginare il percorso del linguaggio architettonico del design e della tecnologia che porteranno al nuovo concetto di abitazione. Il tutto per rispondere alle mutate esigenze di confort e sostenibilità delle città esistenti e future.