• Articolo , 3 dicembre 2008
  • Magliano: prezioso riconoscimento dal ministero dell’Ambiente

  • Approvati dal ministero ben quattro progetti per la promozione e diffusione di impianti fotovoltaici di alo pregio. Il Comune di Magliano è stato ammesso nella graduatoria del ministero dell’ambiente per il cofinanziamento di ben quattro progetti nell’ambito dell’iniziativa promossa da ministero per la valorizzazione di fonti energetiche rinnovabili. L’assessore alle opere pubbliche Avv. Antonio Morgante […]

Approvati dal ministero ben quattro progetti per la promozione e diffusione di impianti fotovoltaici di alo pregio.
Il Comune di Magliano è stato ammesso nella graduatoria del ministero dell’ambiente per il cofinanziamento di ben quattro progetti nell’ambito dell’iniziativa promossa da ministero per la valorizzazione di fonti energetiche rinnovabili.
L’assessore alle opere pubbliche Avv. Antonio Morgante , ha lavorato ai progetti insieme a Gianni Caringi , delegato comunale per l’ambiente.
Avv. Morgante
Il ministero ha pubblicato la graduatoria degli ammessi al cofinanziamento del Bando per la promozione e la diffusione di impianti fotovoltaici di alto pregio architettonico/paesaggistico ad elevata replicabilita’ negli edifici pubblici. Lo stanziamento di 2 milioni e mezzo (2.628.559,85 euro) premia 48 progetti per la valorizzazione a l’applicazione del fotovoltaico, presentati da Comuni capoluogo di provincia, Comuni in cui insistano territori facenti parti di aree naturali protette di valenza nazionale o regionale (di cui alla legge n. 394/1991), Province, Universita’ statali e enti pubblici di ricerca. Si tratta di enti che hanno presentato i loro progetti per la realizzazione di impianti solari fotovoltaici, completamente integrati in complessi edilizi secondo criteri che risultino funzionali e coerenti alle tipologie edilizie proprie del territorio e delle zone in cui verra’ realizzato l’ impianto di una taglia compresa tra 1 e 50 kWp. il progetto del comune di Magliano per installazioni sul palazzo municipale e sugli edifici scolastici.
Da sempre -commenta l’assessore Morgante- siamo stati sostenitori convinti della promozione e della diffusione delle fonti energetiche rinnovabili, a maggior ragione in un momento in cui la necessità di ridurre le emissioni inquinanti di gas tossici e di anidride carbonica responsabile dell’effetto serra sta diventando una necessità avvertita da tutti.
Siamo ben felici che il nostro piccolo centro sia stato scelto tra Comuni ben più grandi ed importanti Enti di ricerca. Ciò testimonia che una progettazione seria ed innovativa può premiare anche realtà territoriali che soffrono sempre più delle decurtazioni economiche riservate agli Enti locali negli ultimi quindici anni.
Nei progetti presentati abbiamo cercato di rendere chiara e visibile la validità del progetto in termini di efficienza energetica, di convenienza per i cittadini e di impatto sostenibile per il territorio.
Crediamo dunque – chiosa Morgante – che una vera diffusione delle energie rinnovabili passi attraverso il favorire la diffusione di impianti scelti dopo un’attenta valutazione delle caratteristiche fisiche del territorio.
Nei primi mesi dell’anno prossimo contiamo di dare il via ai lavori che interesseranno il Palazzo Comunale, la Scuola Materna, quella Elementare e quella Media.
Lo scopo che ci siamo posti in fase di progettazione e che, ovviamente, ci porremo in fase di realizzazione degli interventi sarà quello di conseguire sicuri vantaggi per il Comune e per i cittadini in termini di risparmio economico ed energetico, senza dimenticare la necessità di fare attenzione a tutte le problematiche legate all’impatto paesaggistico ed evitando altresì di prestare il territorio a possibili speculazioni spesso presenti quando si ha a che fare con progetti che comportano notevoli investimenti.