• Articolo , 8 marzo 2011
  • Magnano: a Monza distributore metano-idrogeno

  • “Nelle aree adiacenti all’Autodromo di Monza verrà realizzato un distributore di carburanti puliti e alternativi”. Lo annuncia Francesco Magnano, sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia per l’Attrattività e promozione del territorio. “Parliamo – spiega Magnano – di metano, gpl, idrometano e idrogeno, sia liquido che gassoso. La produzione dell’idrogeno avverrà grazie ad un innovativo sistema […]

“Nelle aree adiacenti all’Autodromo di Monza verrà realizzato un distributore di carburanti puliti e alternativi”. Lo annuncia Francesco Magnano, sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia per l’Attrattività e promozione del territorio. “Parliamo – spiega Magnano – di metano, gpl, idrometano e idrogeno, sia liquido che gassoso. La produzione dell’idrogeno avverrà grazie ad un innovativo sistema di solare termodinamico progettato dal Dipartimento Energia del Politecnico di Milano. Il distributore è uno degli elementi costitutivi del nuovo centro sperimentale per le energie pulite, previsto per Expo 2015”. E quello delle energie pulite e dei combustibili alternativi è uno degli assi portanti delle politiche regionali in tema di mobilità sostenibile. “L’impianto verrà realizzato – prosegue Magnano – sulla strada Santa Maria in Selve: un’area che fa parte, da sempre, degli spazi in concessione a SIAS, la società che gestisce l’Autodromo, decentrata rispetto al Parco, il che consente di salvaguardare fino in fondo i delicati equilibri ambientali, naturali e paesaggistici”.
La localizzazione consente il rifornimento sia ai veicoli dell’autodromo utilizzati sulla pista (che non sono omologati per la circolazione sulla viabilità ordinaria), sia a chi utilizza gpl o metano nell’area di Monza, che trova qui un altro punto di approvvigionamento.
Hanno superato la soglia dei 100 i distributori di metano in Lombardia. Il numero è quintuplicato negli ultimi dieci anni, grazie all’obiettivo programmatico della Giunta regionale di avere un distributore ogni 45mila abitanti e ogni 30 km di autostrada e all’impegno dell’assessorato al Commercio e Turismo guidato da Stefano Maullu.