• Articolo , 7 dicembre 2010
  • Mappiamo l’ambiente…per difenderlo

  • Presentato nei giorni scorsi alla Conferenza internazionale EMEA degli utenti GIS (Sistemi Informativi Geografici) a Roma e premiato per il contenuto di educazione ambientale e alla sostenibilità verso le nuove generazioni il progetto della Provincia di Bologna “Mappiamo l’ambiente”, un percorso didattico per scuole e cittadini sui temi della corretta gestione dei rifiuti e dell’energia. […]

Presentato nei giorni scorsi alla Conferenza internazionale EMEA degli utenti GIS (Sistemi Informativi Geografici) a Roma e premiato per il contenuto di educazione ambientale e alla sostenibilità verso le nuove generazioni il progetto della Provincia di Bologna “Mappiamo l’ambiente”, un percorso didattico per scuole e cittadini sui temi della corretta gestione dei rifiuti e dell’energia.

Al cuore del progetto, l’utilizzo di “mappe intelligenti” (cartografia GIS) da parte di un gruppo di 16 bambini – di età dai 4 ai 10 anni – che hanno potuto muoversi tra gli uffici della Provincia sulle tracce delle innumerevoli variabili ambientali sulle quali operare per un diverso equilibrio tra uomo e natura: nell’ufficio acqua, i novelli “ambientalisti” hanno potuto analizzare la qualità dell’acqua, in un altro si sono cimentati con la raccolta differenziata di rifiuti speciali (pile, cellulari, ecc.), nell’ufficio energia hanno toccato con mano giocattoli a energia rinnovabile (ad esempio automobiline e un forno a energia solare). E poi il tema cruciale dell’aria, della sua qualità, dell’incidenza dell’uomo. La protezione civile, la fauna e la flora e le forme di tutela che si possono portare avanti. L’affascinante disciplina della geologia. All’inizio della giornata, impartite alcune nozioni introduttive sui GIS. Ai bimbi, divisi in 2 gruppi (grandi e piccoli), è stata consegnata una mappa utile ad addentrarsi nel loro “viaggio” tra gli uffici. Ad ogni tappa, i bambini hanno potuto consultare la cartografia del territorio riguardante l’argomento specifico, partecipando a giochi educativi sull’analisi dell’acqua, sulla raccolta differenziata dei rifiuti, sull’organizzazione dei soccorsi nella protezione civile.
A fine giornata, i bambini hanno ricevuto il diploma di dipendenti pubblici per un giorno in qualità di “Esploratori GIS”.Da questa esperienza, è stato realizzato il video messo on line nel sito Ambiente.

La Provincia di Bologna è stata tra i primi enti pubblici in Italia a utilizzare i Sistemi Informativi Geografici (GIS) per elaborare i piani di competenza, migliorare i servizi al cittadino, semplificare la presentazione e il rilascio delle pratiche di autorizzazione, svolgere in maniera efficace il controllo delle attività inquinanti.