• Articolo , 9 marzo 2010
  • Marine Current Turbines: il 10% va alla Siemens

  • “Investire in questa giovane azienda ci offre l’opportunità di avere accesso a una tecnologia innovativa nell’ambito delle energie rinnovabili – ha illustrato il CEO della divisione Renewable Energy del Settore Energy di Siemens, René Umlauft – Fra i leader tecnologici nell’ambito dell’ocean power, Marine Current Turbines è il partner ideale per il nostro ingresso in […]

“Investire in questa giovane azienda ci offre l’opportunità di avere accesso a una tecnologia innovativa nell’ambito delle energie rinnovabili – ha illustrato il CEO della divisione Renewable Energy del Settore Energy di Siemens, René Umlauft – Fra i leader tecnologici nell’ambito dell’ocean power, Marine Current Turbines è il partner ideale per il nostro ingresso in questo settore promettente”.
E così, con l’acquisizione di una quota di circa il 10% di Marine Current Turbines, la Siemens fa il suo ingresso nel promettente settore del cosiddetto “ocean power”, ampliando le proprie attività nel settore della produzione di energia da fonti rinnovabili.
Secondo gli esperti, il mercato dell’ “ocean power” godrà, entro il 2020, di un tasso di crescita a due cifre.
In particolare le turbine sviluppate da MCT sono fissate su piloni e funzionano con il flusso delle mare, una tecnologia analoga a quella di una turbina eolica sottomarina. Le pale del rotore sono mosse dalle correnti, in un ambiente di fluidi in cui la densità è 800 volte superiore a quella del vento. Altro notevole vantaggio di tale tecnologia è determinato dal fatto che l’energia generata è prevedibile in base al ciclo della marea.