• Articolo , 19 maggio 2008
  • Marketing e auto, un connubio possibile per ridurre la CO2

  • Domani a Roma saranno presentati i risultati della prima indagine nazionale sul ruolo delle tecniche di mercato delle auto nella riduzione delle emissioni inquinanti

Cos’hanno in comune le strategie di vendita con i livelli di anidride carbonica? A spiegarlo saranno Gli Amici della Terra, con il WWF Italia, domani a Roma nell’ambito della presentazione della prima indagine nazionale sul ruolo del marketing pubblicitario delle auto nella riduzione delle emissioni di CO2. L’indagine, realizzata con il supporto di Friends of the Earth Europe, fa parte della Campagna “Cars Fuel Efficiency” e “Big Ask SOS-Clima”, riguarda in particolare: il rispetto della normativa vigente per la comunicazione dei consumi di carburante e delle emissioni di CO2 dei modelli oggetto di pubblicità; le leve emozionali prevalentemente utilizzate dal marketing pubblicitario in relazione alle nuove opportunità di comunicazione fornite dalla CO2; la classifica dei produttori per CO2 g/km dei modelli pubblicizzati e confronti con le emissioni medie del venduto e con gli obiettivi comunitari di riduzione di emissioni; la disponibilità sul mercato dell’auto di modelli a basse emissioni (inferiori a 120 g CO2/km) e il grado di orientamento dei produttori alla loro promozione. I risultati della ricerca sono serviti a formulare alcune proposte di rafforzamento della regolamentazione comunitaria riguardante l’informazione al consumatore in materia di consumi ed emissioni di CO2 delle auto.