• Articolo , 16 marzo 2009
  • Marsiglia, per 4 giorni capitale dell’energia eolica

  • Da oggi fino al 19 marzo, la città ospita l’EWEC del 2009 la Conferenza europea dell’energia eolica. Attesi sei mila professionisti e specialisti del settore

Se dalla tre giorni scientifica di Copenaghen della scorsa settimana sono uscite ben poche notizie positive l’European Wind Energy Conference ( “EWEC 2009”:http://www.ewec2009.info/), che si apre oggi a Marsiglia, dovrà dimostrare di essere decisamente più ottimista nel ritmo, tenore e tempistica. Questo è ciò che spera l’EWEA l’Associazione europea di settore organizzatrice della mostra-convegno, giunta oramai alla sua quinta edizione. Partendo dalla volontà di mitigare il problema del Climate Change l’evento – che quest’anno ha attirato oltre 390 espositori, distribuiti su 9000 m2 – si presenta come un’opportunità unica per i decision makers europei ed i leader di settore per impegnarsi in un dialogo costruttivo sulle barriere, le sfide e le opportunità di sviluppo e sfruttamento dell’energia eolica. Nel giro di quattro giorni, più di 500 relatori in oltre 50 sessioni, seminari ed eventi collaterali cercheranno di coprire ogni aspetto del mercato dell’energia eolica, a partire da tecniche e teorie fino alla politica e la pratica. Anche in quest’edizione torna Job Fair l’appuntamento che offrirà un momento di incontro per i potenziali datori di lavoro, i nuovi laureati e professionisti con esperienza nel campo. Per l’occasione sarà proiettato “The age of stupid” il film documentario diretto da Franny Armstrong, che narra la storia dell’ultimo uomo rimasto al mondo nell’anno 2055 che rifugiatosi nell’Archivio Globale, guarda dei vecchi filmati a partire dal 2008 per capire che cosa è andato storto e “perché non si è fermato il cambiamento climatico, quando se ne aveva ancora la possibilità?”