• Articolo , 10 maggio 2010
  • Mastica e sputa? Meglio la gomma biodegradabile

  • Stop alle gomme originate dal butadiene o dal polivinil acetato spiaccicate su strade, acciottolati, piazze. Arriva anche in Italia il chewing gum vegetale al 100% e quindi completamente biodegradabile in due mesi (contro i 5 anni necessari affinché il “fratello” tradizionale si degradi), equosolidale, in tanti gusti: è Chicza Rainforest Gum, già premiata a Londra […]

Stop alle gomme originate dal butadiene o dal polivinil acetato spiaccicate su strade, acciottolati, piazze. Arriva anche in Italia il chewing gum vegetale al 100% e quindi completamente biodegradabile in due mesi (contro i 5 anni necessari affinché il “fratello” tradizionale si degradi), equosolidale, in tanti gusti: è Chicza Rainforest Gum, già premiata a Londra – al “Natural and Organic Products Festival” – come “Miglior nuovo alimento biologico”, fatto che le ha permesso di aprirsi al mercato europeo.

All’insegna dello slogan “Viene dalla Terra e ritorna alla Terra”, la nuova gomma “green” sbarca direttamente dal Messico ed è frutto del lavoro e della ricerca dei Chicleros (discendenti dei Maya e forse i primi masticatori al mondo di chicle), sedicenti “Guardiani della Selva Tropicale”: 2.136 persone riunitesi in 56 cooperative e proprietarie di 1.350.000 ettari di Chicozapote (da qui il nome della nuova gomma da masticare), chiamati anche Sapodilla, alberi che crescono solo nella penisola dello Yucatan.

Al gusto orange, lemon, spearmint, cinnamon, red fruits, peppermint, natural, naranya e hierbabuena, la Chicza sarà venduta nelle Botteghe del Commercio equo e solidale e presto anche nelle tabaccherie. Un’alternativa di consumo responsabile e di civiltà in un mercato che si traduce nel consumo quotidiano di circa 45 milioni di gomme da masticare.