• Articolo , 6 ottobre 2009
  • Meno emissioni dannose grazie alle raccomandate on-line

  • Grazie alla possibilità di inviare lettere e raccomandate digitali sarà più facile gestire la corrispondenza delle grandi aziende e diminuirà l’inquinamento generato dal trasporto su gomma della corrispondenza

(Rinnovabili.it) – Grazie all’accordo firmato tra Legambiente e Posta Pronta sarà possibile inviare la posta prioritaria e le raccomandate utilizzando il computer, senza bisogno di recarsi all’ufficio postale.
Grazie a questa innovazione sarà notevole il risparmio di carta, toner, anidride carbonica ma soprattutto di tempo, necessario agli spostamenti per arrivare alla filiale più vicina e per smaltire le interminabili code agli sportelli.
Un’iniziativa che sicuramente migliorerà la vita di molti, contribuendo al rispetto dell’ambiente, facendo viaggiare la posta in formato elettronico fino al centro più vicino alla destinazione, dove verranno stampate e preparate per la spedizione di cui si occuperà Poste Italiane.
“Da anni il mio lavoro si realizza cercando di sfruttare al meglio le nuove opportunità offerte dall’innovazione tecnologica.
L’obiettivo è portare la tecnologia al servizio dei cittadini, delle imprese e del terziario, creare le condizioni per costruire un sistema in cui la tecnologia sia alla portata di tutti – ha dichiarato Luigi Caruso, amministratore di Service One, holding che ha creato Posta pronta – Questo è lo spirito che anima le mie aziende. Posta Pronta è la nostra ultima scommessa: un servizio che coniuga lo spirito di un bisogno millenario, cioè comunicare con le persone, con la modernità e l’efficienza delle nuove tecnologie – ha concluso Caruso – Insieme all’innovazione tecnologica l’altra grande rivoluzione di questi anni riguarda il cambio di rotta nei confronti dell’ambiente. Non serve ascoltare le parole di Obama per capire che oggi creare sviluppo e ricchezza significa investire nella tutela dell’ambiente attraverso la promozione delle nuove tecnologie. Da questa considerazione nasce la partnership con Legambiente, che testimonia un impegno concreto nei confronti dell’ambiente. Posta Pronta non è solo un servizio semplice e veloce, che migliora la vita di ognuno di noi perché ci fa risparmiare tempo e denaro, ma anche ecologico perché combatte l’inquinamento riducendo le emissioni dei gas inquinanti causati dai trasporti.”
“La partnership tra Legambiente e Posta Pronta – ha poi dichiarato Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente – nasce proprio nell’intento di diffondere tecnologie moderne rispettose dell’ambiente e comportamenti sostenibili tra i cittadini. Lo stato di salute dell’ambiente, infatti, può essere migliorato solo con la collaborazione di tutti, anche delle imprese, che hanno un ruolo decisivo nella promozione e nell’attuazione di un modello sostenibile di sviluppo. Anche la stampa di documenti, la produzione di francobolli, il trasporto della posta producono, infatti, enormi quantità di CO2 e contribuiscono al surriscaldamento del Pianeta. Diminuire questo _inquinamento di routine_ inserendo questo servizio, tra i comportamenti più attenti e responsabili da rispettare vuol dire ridurre notevolmente i consumi e contribuire, così, alla lotta contro i mutamenti climatici.”
Il beneficio maggiore deriverà dalla breve percorrenza su ruote della corrispondenza cartacea, che garantirà una produzione di Co2 inferiore di ben 150g per ogni lettera, equivalenti alle emissioni di una automobile che percorre un chilometro, e dalla possibilità di tenere in un archivio digitale la posta ricevuta, come evidenziato nello studio condotto da “Azzeroco2”:http://www.azzeroco2.it/.
L’attuale servizio di spedizione della posta cartacea si occupa della gestione di 9 miliardi di lettere inviate, se solo l’1% di queste venisse inviata in formato digitale il risparmio in termini di CO2 sarebbe pari a 13.500 tonnellate all’anno.