• Articolo , 15 febbraio 2011
  • Messico: dalle alghe la strada per abbandonare il petrolio

  • La nazione americana si avvarrà dell’esperienza di OriginOil per sfruttare tutte quelle tecnologie che trasformano le alghe in un carburante eco-friendly e alternativo alla normale benzina. La città di Ensenada è il luogo prescelto per lo sviluppo del progetto

(Rinnovabili.it) – Il governo di Città del Messico è pronto a lanciare e finanziare *Manhattan Project* ambiziosa iniziativa pilota dedicata allo sviluppo di biocarburante di terza generazione. La nazione si affiderà all’esperienza di OriginOil, compagnia attiva da tempo in questo tipo di produzione industriale, per far prendere concretezza all’obiettivo: riuscire a produrre l’1% del carburante nazionale nel giro dei prossimi cinque anni a partire dalle alghe.
Se il progetto dovesse produrre i risultati desiderati il governo alzerebbe il tiro, aumentando di ben venti volte questa stessa percentuale e affidando quindi al Messico la leadership nel settore. Il primo passo è già stato compiuto: Genesis Ventures of Ensenada, l’operatore principale del progetto, ha ricevuto una garanzia preliminare da parte del ministero dell’Economia messicano attraverso il National Council for Science and Technology; il primo sito potrebbe essere sviluppato a breve e costituire così un modello fondamentale per le future strutture produttive. “Manhattan Project” si avvale di una collaborazione molto ampia, dato che perfino l’Università di Baja California, la sede della stessa Genesis, è stata invitata a partecipare con i suoi ricercatori; la città di Ensenada, nell’estrema parte nord-occidentale del Messico, rappresenta l’ambiente migliore per la crescita delle alghe, anche perché la luce del sole è abbondante e l’Oceano Pacifico è vicinissimo.