• Articolo , 10 novembre 2009
  • Meta System, UPS “verdi” a basso impatto ambientale

  • La filosofia “green” della società si riconferma con la sigla del Codice di Condotta Europeo sull’Efficienza Energetica

(Rinnovabili.it) – I gruppi di continuità o anche UPS, acronimo inglese di Uninterruptible Power Supply, sono sistemi impiegati per mantenere costantemente alimentati in corrente alternata gli apparecchi elettrici; ampiamente diffusi nell’industria europea e nei centri di servizi, con aspettative di ulteriore crescita all’interno della comunità, hanno un ‘tallone d’Achille’: il rifornimento energetico con tali apparecchi genera perdite più elevate rispetto alla fornitura direttamente dalla rete a bassa tensione.
Per limitare il problema la Commissione Europea ha rilasciato nel 2006 “Codice di Condotta delle perdite supplementari di energia elettrica causate da UPS”, contenente i principi generali e le azioni per massimizzare il rendimento elettrico dei gruppi di continuità. Il codice può essere sottoscritto volontariamente da tutte le parti coinvolte nell’UPS, con l’obiettivo ultimo di ridurre i consumi di energia favorendo una maggiore efficienza energetica dei gruppi di continuità di ultima generazione.
Un obiettivo che si sposa perfettamente con la “green filosofy” messa in campo da Meta System spa, tra i primi esponenti dell’industria dell’elettronica di potenza a sottoscrivere tale Codice. La scelta non riflette altro che gli oltre trent’anni di esperienza ad alta qualità ed innovazione in cui la società italiana si è attivata sul fronte della ricerca, sviluppo e produzione di UPS “verdi” ad alta efficienza energetica.
Ma Meta System non si limita a rispettare la normativa e ne estende l’ambito, applicando i criteri verdi all’intera gamma di potenza dei sistemi UPS fino a 60 kVA.
Prestazioni elevate e basso impatto ambientale sono le caratteristiche imprescindibili per gli apparecchi ‘targati’ Meta System: soluzioni modulari ad alto risparmio energetico che evitano gli sprechi, adattandosi alle reali necessità di carico e già predisposte per eventuali future espansioni, includendo nella scelta ambientale anche i sistemi di gestione delle batterie.