• Articolo , 18 febbraio 2010
  • Meters and More: Enel, Endesa e l’energia intelligente standardizzata

  • L’associazione, fondata stamane dai due colossi energetici, favorirà la standardizzazione dei sistemi di comunicazione a livello europeo. Sarà aperta alla partecipazione di altri partner, inclusi primari istituti di ricerca e università.

(Rinnovabili.it) – Ancora un’iniziativa a favore della ‘smart energy’ e ancora una volta è Enel ad esserne protagonista. Il Gruppo, attraverso Enel Distribuzione, ha firmato oggi con Endesa Distribuciòn lo statuto con il quale prende vita “Meters and More”, nuova associazione internazionale non-profit con il compito di favorire contatori e sistemi di comunicazione sempre più intelligenti e standardizzati a livello internazionale.
Nel dettaglio l’associazione, che riceverà la personalità giuridica con Decreto Reale e avrà sede a Bruxelles, promuoverà l’omonimo protocollo della nuova generazione di Power Line Communication (PLC), la tecnologia per la trasmissioni di dati tramite la rete elettrica e con cui si rende possibile il trasferimento e lo scambio bidirezionale di dati tra i contatori “intelligenti” e il sistema di gestione centrale, al fine di omogeneizzare il complesso all’insegna di uno standard paneuropeo.
L’organizzazione si occuperà degli sviluppi delle specifiche del protocollo, certificando la conformità delle nuove apparecchiature a tali specifiche e promuovendone la diffusione in Europa, a partire ovviamente dai contatori “intelligenti” che Endesa installerà a tutti i suoi 13 milioni di clienti in Spagna. Il Gruppo spagnolo avvierà una prima fase di sostituzione dei contatori con i nuovi di ‘tipo elettronico’ già nel 2010.
“Sono davvero orgoglioso di annunciare l’estensione del protocollo di comunicazione _Meters and More_ di Enel ad altre utilities internazionali, che sono invitate ad aderire”, ha dichiarato Livio Gallo, Responsabile di Enel Distribuzione. “Grazie a _Meters and More_ , soluzioni avanzate di misurazione saranno disponibili in tutta Europa. Questo è un passo importante nello sviluppo della visione smart grid”.