• Articolo , 18 maggio 2010
  • Milano, il 27 maggio ci si aggiorna sul Sistri

  • Corso di aggiornamento sull’un innovativo sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti, la cui messa in opera si è concretizzata in poco più di un anno dalla sua ideazione.

(Rinnovabili.it) – Come noto, è partito a gennaio 2010 il nuovo sistema di controllo per la gestione dei rifiuti Sistri istituito dal Ministro dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare.
Si tratta di un nuovo sistema di monitoraggio telematico per la gestione dei rifiuti che obbliga molte aziende, tra le quali le piccole e medie imprese, a dotarsi di nuovi supporti informatici a sostituzione del cartaceo, capaci sia di semplificare le procedure a carico delle imprese che di gestire più efficientemente il processo che sottintende all’intera filiera dei rifiuti, garantendo maggiore trasparenza e conoscenza.
Molte imprese dunque sono obbligate a mettersi in conformità con il nuovo meccanismo che dovrebbe permettere l’informatizzazione dell’intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale. Il comunicato del Ministero dell’Ambiente del 30 aprile 2010, pubblicato sulla G.U. stabilisce che gli enti e le imprese che producono rifiuti pericolosi, alcune imprese che producono rifiuti non pericolosi, tutti gli operatori del settore, i consorzi istituiti per il recupero di particolari tipologie di rifiuti, le amministrazioni comunali, entro il 30 giugno 2010 sono tenuti ad inviare alle Camere di Commercio, il Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD) relativo al 2009.
Per fare il punto della situazione, aggiornando i diretti interessati sulle novità e gli obblighi recentemente introdotti, a Milano si terrà il 27 Maggio, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, il Seminario di Aggiornamento Mud e Sistri 2010. Obiettivo quello di analizzare gli elementi chiavi del meccanismo a partire dalla documentazione da produrre.