• Articolo , 7 gennaio 2010
  • Miliband: l’Europa deve emettere il 30% in meno di CO2

  • Miliband sembra intenzionato a lavorare affinchè l’Europa confermi il target di riduzione delle emissioni presentato a Copenhagen: -30% entro il 2020

(Rinnovabili.it) – Il segretario inglese all’Energia e ai Cambiamenti Climatici, Ed Miliband, ha dichiarato l’impegno del Regno Unito affinché l’Europa decida di adottare un target di riduzione delle emissioni del 30% a livello europeo, come promesso alle soglie del vertice di Copenhagen.
La volontà della Gran Bretagna, a seguito del nulla di fatto dell’incontro danese, è di riuscire a far firmare un accordo internazionale giuridicamente vincolante in occasione del meeting messicano previsto per fine anno.
“Lavoreremo per convincere gli altri Paesi che abbiamo tutti bisogno di dichiarare e perseguire livelli più alti in materia di emissioni come parte integrante degli impegni di ognuno di noi”, ha dichiarato Miliband, aggiungendo che l’Europa dovrebbe puntare ad una riduzione delle emissioni compresa tra il 20 e il 30% entro il 2020, facendo riferimento ai livelli del 1990, come era stato annunciato prima che Stati Uniti e altri grandi inquinatori facessero retromarcia.
Suggerendo l’aumento dei fondi destinati al clima il segretario inglese ha ribadito l’importanza del ruolo dei Paesi in via di sviluppo nelle politiche atte alla riduzione dell’emissione degli inquinanti in atmosfera, senza la cui partecipazione sembra difficile il raggiungimento di risultati ambientali soddisfacenti.