• Articolo , 2 ottobre 2008
  • Mind Italy: contro la fuga di cervelli

  • In base all’Accordo Quadro siglato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e Regione Lombardia nasce Mind in Italy, un’iniziativa per dare una risposta concreta alla fuga dei cervelli e offrire opportunità lavorative a giovani ricercatori. Il progetto si rivolge a diplomati e laureati in cerca di nuove prospettive ed è finalizzato al loro inserimento in programmi […]

In base all’Accordo Quadro siglato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e Regione Lombardia nasce Mind in Italy, un’iniziativa per dare una risposta concreta alla fuga dei cervelli e offrire opportunità lavorative a giovani ricercatori. Il progetto si rivolge a diplomati e laureati in cerca di nuove prospettive ed è finalizzato al loro inserimento in programmi triennali di sviluppo, da realizzarsi in Lombardia, attraverso assegni di ricerca, dottorati e master.
Questi gli ambiti di riferimento: nuove tecnologie e strumenti per l’efficienza energetica e l’utilizzo delle fonti rinnovabili per gli usi finali civili; risorse biologiche e tecnologie innovative per lo sviluppo sostenibile del sistema agroalimentare; processi high-tech e prodotti orientati al consumatore per la competitività del manifatturiero lombardo; nanoscienze per materiali e applicazioni biomediche. I bandi di selezione, che verranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale prendono il via martedì 7 ottobre 2008 e avranno validità fino a venerdì 7 novembre 2008. La presentazione dell’iniziativa (partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti) si terrà il giorno 6 ottobre 2008 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso l’Auditorium “Giorgio Gaber” di Piazza Duca d’Aosta 3, Milano, in occasione della tavola rotonda dal titolo “Valenza della collaborazione tra Regione Lombardia e CNR in relazione alla competitività socio-economica regionale”. Per maggiori informazioni e per scaricare il bando: www.mindinitaly.cnr.it