• Articolo , 16 ottobre 2009
  • Miscele “bio” per i carburanti in Bulgaria

  • L’annuncio è del Consiglio dei Ministri bulgaro che riunitosi mercoledì scorso, ha varato una modifica al Piano per le strategie delle rinnovabili, effettiva da marzo 2010

(Rinnovabili.it) – In Bulgaria, a fine marzo 2010, il rifornimento per i veicoli e tutti i mezzi di trasporto dovrà essere in regola con il provvedimento inserito, solo qualche giorno fa, nella modifica sul decreto delle rinnovabili e delle fonti alternative dal Consiglio dei Ministri, che obbliga le stazioni in questione a vendere combustibile diesel contenente una determinata quantità di bioetanolo.
La percentuale indicata nell’atto è del 2% sul totale del prodotto, e si riferisce però solamente a determinati tipi di carburante, come in questo caso il diesel, poichè unita con altre benzine, non manterrebbe le medesime proprietà.
Motivo questo, per cui l’obbligo della nuova “miscela” non è specificato essere imposto a tutti i commercianti; nonostante tutto si è già parlato di ulteriori aumenti della presupposta quantità di bioetanolo, che , entro settembre 2010, dovrà essere del 3%, fino ad un aumento ulteriore dell’1% previsto per l’anno successivo ancora, cioè marzo 2011.
I rivenditori di benzina del Paese avranno a dispozizione un tempo massimo di due mesi per l’adattamento e la ristrutturazione dei propri distributori alla nuova norma, in attesa di essere esaminata in Assemblea Nazionale.