• Articolo , 2 dicembre 2010
  • Mobilità, da Roma e Milano una lezione di sostenibilità

  • A Milano il sindaco Moratti e il governatore di San Pietroburgo hanno firmato un protocollo d’intesa per condividere le best practices in materia di trasporto pubblico. A Roma l’assessore De Lillo ha annunciato un rinnovo del parco delle automobili pubbliche con mezzi a basso impatto ambientale e il taglio alle auto blu

(Rinnovabili.it) – Promosse a pieni voti nella mobilità sostenibile Roma e Milano hanno dato oggi alle altre città italiane una vera e propria lezione. Anche se con due obiettivi distinti la Capitale e il capoluogo meneghino segneranno questa giornata in rosso sul calendario. A Milano il sindaco Letizia Moratti e il governatore di San Pietroburgo, Valentina Ivanovna Matvienko, hanno firmato un protocollo d’intesa per condividere le proprie esperienze e competenze in materia di trasporto pubblico. Obiettivo: migliorare la mobilità di entrambi i centri urbani mettendo al servizio della città russa, già gemellata con Milano, le buone pratiche e l’esperienza del capoluogo lombardo su Ecopass, semafori intelligenti e sistemi innovativi di infomobilità che consento di trasmettere in tempo reale le informazione ai passeggeri. Una grande soddisfazione soprattutto per il primo cittadino di Milano: “La firma siglata oggi – ha commentato con una nota Letizia Moratti – rappresenta un importante contributo per lo sviluppo del trasporto pubblico. Un gemellaggio tra due città all’avanguardia che condividono il loro know-how per sviluppare soluzioni sempre più innovative”.

Soluzioni meno “innovative” ma decisamente amiche dell’ambiente, oltre che delle casse comunali, sono state quelle annunciate oggi dal sindaco di Roma Gianni Alemanno. “Abbiamo cancellato le auto blu del Comune di Roma. Siamo la prima amministrazione a livello nazionale che abolisce definitivamente le auto di rappresentanza – ha detto il primo cittadino capitolino – I nostri assessori e i nostri dirigenti andranno con auto normali, di servizio, senza alcuno status particolare. Ciò permetterà di risparmiare più di 4 milioni di euro l’anno” ma anche una notevole quantità di emissioni. Emissioni che verranno tagliate a Roma quando entrerà a tutti gli effetti in funzione il piano annunciato oggi dall’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo. “Il taglio e il progressivo rinnovo del parco auto rappresenta un provvedimento di grande rilevanza sotto il profilo della lotta all’inquinamento atmosferico. La memoria approvata oggi – ha detto De Lillo – prevede infatti, alla scadenza degli attuali contratti, il progressivo e totale rinnovo del parco auto di Roma Capitale con l’inserimento di veicoli esclusivamente ecocompatibili a impatto zero”. Secondo quanto ha reso noto l’assessore all’ambiente, inoltre, una percentuale minima del 20% di questi veicoli dovrà essere a trazione elettrica. “In questo modo intendiamo anche sensibilizzare i cittadini – ha aggiunto l’assessore – sull’importanza della diffusione dei veicoli a basso impatto ambientale. Il messaggio che lanciamo è chiaro: coniugare il risparmio a un sensibile miglioramento in termini di qualità ambientale”.