• Articolo , 17 settembre 2010
  • Mobilità elettrica, nasce in Italia la prima piattaforma nazionale

  • Firmato l’accordo per la costituzione di un’alleanza tra il mondo della ricerca e quello dei produttori, per realizzare l’obiettivo una mobilità elettrica veramente competitiva a livello nazionale entro il 2015

(Rinnovabili.it) – Un’alleanza che potrebbe rivoluzionare il volto della mobilità elettrica italiana. Nel pomeriggio di ieri è stato dato ufficialmente il via alla costituzione della prima “Piattaforma Tecnologica per la mobilità elettrica nazionale”:http://www.assoknowledge.org/sites/all/files/news/Manifesto_Final_Version.pdf . L’iniziativa, promossa da Assoknowledge, l’associazione di Confindustria, insieme alla ATA (Associazione Tecnica dell’Automobile) ha potuto contare anche sul supporto del Ministero dell’Ambiente, dell’Università e della Ricerca e dello Sviluppo Economico. Un’alleanza strategica nata per far convergere esperienze e buone pratiche in un settore come quello della mobilità sostenibile che sta crescendo ad un buon ritmo anche nel nostro Paese e che avrà un ruolo strategico nei prossimi anni. Partner di questo progetto, infatti, sono alcune tra le aziende più importanti e maggiormente attive in questo comparto, con firme e nomi d’eccellenza come il Centro Ricerche Fiat, la Pininfarina e Dallara a cui poi si sono aggiunte la Brembo, Piaggio, Elettrolux, Enel, Indesit, le Università di Roma, Napoli e Palermo, il Politecnico di Milano e quello di Torino.
L’obiettivo fondamentale è fare del nostro Paese una nazione leader nel mercato della mobilità elettrica entro il 2015 e sviluppare in maniera coordinata tutto il comparto: dalla produzione dei veicoli, alla ricerca tecnologica per arrivare alla realizzazione di una rete di ricarica su tutto il territorio nazionale. Cinque anni di tempo per arrivare a coprire una quota di mercato pari al 10%, sviluppando progetti in cantiere come quello di Pininfarina per un prototipo di auto elettrica, o quelli del Centro ricerche Fiat sulla mobilità urbana sostenibile.