• Articolo , 11 settembre 2009
  • Mobilità sostenibile, Brescia c’è

  • Anche quest’anno l’amministrazione comunale di Brescia ha deciso di partecipare alla settimana della mobilità sostenibile, giunta all’ottava edizione. Per l’occasione non ci saranno maggiori restrizioni alle Zone a traffico limitato, ma alcune iniziative ed eventi in città con lo scopo di promuovere forme di mobilità sostenibile. “Nei giorni 16, 17 e 18 settembre”, ha spiegato […]

Anche quest’anno l’amministrazione comunale di Brescia ha deciso di partecipare alla settimana della mobilità sostenibile, giunta all’ottava edizione. Per l’occasione non ci saranno maggiori restrizioni alle Zone a traffico limitato, ma alcune iniziative ed eventi in città con lo scopo di promuovere forme di mobilità sostenibile. “Nei giorni 16, 17 e 18 settembre”, ha spiegato l’assessore alla Mobilità Nicola Orto, “abbiamo organizzato con i mobility manager di diverse aziende che partecipano al tavolo della fluidificazione la possibilità di usufruire per i dipendenti di biglietti gratuiti di andata e ritorno dal posto di lavoro. I titoli di viaggio sono stati spediti in questi giorni telematicamente, bisogna solo stamparli e mostrarli al controllore sull’autobus”. Inoltre, ai presidenti delle cinque circoscrizioni cittadine, è stata data in comodato d’uso una bici a pedalata assistita, per dare il buon esempio. Si tratta di un mezzo che integra alla forza messa in campo dalle gambe del ciclista, una spinta tramite un motore elettrico. In questo modo, si fa poca fatica a pedalare. I dipendenti dell’università, invece, sono stati invitati a lasciare a casa l’auto in quei giorni e tra chi si muoverà con mezzi alternativi verranno estratti dei premi, previa registrazione.
Per la giornata di sabato 19, l’assessore al Marketing e al Commercio Maurizio Margaroli ha annunciato che “piazza Paolo VI viene trasformata in un giardino. Sarà possibile fare due passi nel verde, visitare una mostra di piante e fiori nel pieno centro della città”.
Domenica 20 invece il centro delle iniziative si sposta in piazza Loggia. Per tutto il giorno sarà possibile visitare un’esposizione di veicoli ecologici (elettrici), come il Piaggio Mp3 ibrido metà elettrico e metà termico o il Segway, un due ruote che si controlla con particolari movimenti del corpo e che permette di percorrere una circa 40 chilometri con una ricarica da 30 centesimi, senza emissioni né rumore. Nel pomeriggio l’animazione itinerante a cura della cooperativa sociale Cauto intratterrà grandi e piccini. “In Piazza Loggia”, ha anticipato Anna Baldacchini, responsabile del settore educazione ambientale di Cauto, “è previsto uno spettacolo di burattini, ‘traffico di fumo’. In Largo Formentone, invece, uno spettacolo di magia che coinvolge il pubblico. E a far da contorno, dei laboratori sull’andare a piedi, fatti da artisti di strada, con monocicli e trampolieri”.
Tra le iniziative, non potevano mancare gli Amici della bici. Mercoledì 16 una quarantina di soci hanno organizzato una rilevazione dei ciclisti: in vari punti della città prendono nota del popolo a due ruote di Brescia, segnando chi porta il casco, in che direzione si muove, la fascia di età e se pedala contromano. Domenica 20 settembre, dalle 15 alle 18, in piazza Loggia, sarà possibile dotare la propria bici di una speciale targa adesiva codificata che ne attesta la proprietà e che rende possibile il ritrovamento dopo furti o smarrimento.
L’accademia di Belle Arti di Santa Giulia ha invece donato una scultura, rappresentante una bici di 3 metri per 4, per commemorare l’evento e che potrebbe stimolare la nascita di un museo della bicicletta a Brescia.
I presidenti delle circoscrizioni cittadine si sono detti tutti felici per l’iniziativa. Enio Garzetti della Est ha sottolineato che “non deve essere solo una settimana, ma deve diventare un’abitudine parlare dei problemi della mobilità sostenibile”. Giacomo Lini della Sud ha invitato a “continuare a cercare soluzioni per il traffico”. Marco Rossi della Nord ha ribadito “l’importanza del gioco di squadra, non solo tra i politici, ma anche con le società controllate e il mondo accademico”. Flavio Bonardi, presidente della Centro, ha spiegato che “questo comodato ci permette di incoraggiare comportamenti virtuosi”. Secondo Mattia Margaroli, della Ovest, “queste iniziative sono un passo avanti, perché strumenti partecipati e concreti. Bisogna continuare con concretezza, senza troppi proclami inutili, a rendere vivibile la nostra città e le nostre strade”.
Il presidente di Brescia Trasporti, Andrea Gervasi, ha applaudito all’iniziativa perché “la squadra dell’amministrazione comunale si sta muovendo con una capacità operativa estrema. Riuscire a realizzare il programma significa andare al servizio della comunità. Ricordo che i nostri autobus hanno trasportato nel 2008 42 milioni di cittadini e che su 219 bus già 109 sono a metano. Certo, la nostra società è nel gruppo quella più ‘strangolata’ rispetto alle risorse economiche, ma se l’amministrazione deciderà di investire non mancheremo di sfruttare la nostra fantasia per metterla al servizio della comunità”. (f.z)