• Articolo , 17 aprile 2008
  • Mobilità sostenibile, una priorità nel settore automotive

  • Il 53% dei progettisti e costruttori intervistati indica al primo posto l’attenzione per l’ambiente

Arrivata oramai alla sua quattordicesima edizione, l’indagine annuale di Consumer Insights nel settore automotive, non tradisce quello che sembra essere il trend del momento, confermando le questioni ambientali tra le priorità di coloro che si occupano della progettazione e costruzione di veicoli. Secondo quanto mostrano i risultati, il 53% del campione intervistato ha infatti assegnato ad una serie di fattori ambientali, quali il risparmio di carburante e la normativa in materia di emissioni, una rilevanza maggiore rispetto al problema dei costi, citato solo nel 32% dei casi. Il sondaggio commissionato da DuPont e Sae (Society of automotive engineers) si conclude per la prima volta, dopo tredici anni, con un risultato del genere. L’indagine riporta anche un altro dato significativo: secondo il 54% degli intervistati, al giorno d’oggi i consumatori tendono a privilegiare veicoli a basso consumo e a ridotto impatto ambientale, mentre il 41% pensa che sia richiesta soprattutto una maggiore sicurezza e il 37% più confort e praticità. Per il quinto anno consecutivo, si prevede che ad esercitare l’impatto più significativo sul settore saranno le auto ad alimentazione alternativa, indicate dal 60% dei progettisti e dei costruttori, mentre a livello di scelte tecnologiche il 50% vede nei motori diesel un fattore chiave per l’attuazione delle norme di efficienza energetica entro il 2020, e il 46% considera più importanti i sistemi di trazione elettrica ibrida.