• Articolo , 19 ottobre 2010
  • Modena, con il Car Pooling si viaggia insieme e si risparmia

  • Più persone che per andare al lavoro utilizzano la stessa auto, risparmiano sui costi degli spostamenti in città, contribuiscono a decongestionare il traffico (specialmente quello delle ore di punta) riducendo così l’inquinamento. E circolano anche in caso di blocco o limitazioni del traffico. A Modena è attivo da qualche giorno “Car Pooling Modena”, un nuovo […]

Più persone che per andare al lavoro utilizzano la stessa auto, risparmiano sui costi degli spostamenti in città, contribuiscono a decongestionare il traffico (specialmente quello delle ore di punta) riducendo così l’inquinamento. E circolano anche in caso di blocco o limitazioni del traffico. A Modena è attivo da qualche giorno “Car Pooling Modena”, un nuovo servizio di mobilità sostenibile – su iniziativa di AMO-Agenzia per la Mobilità di Modena, Comune e Provincia di Modena – che attraverso un sistema informativo accessibile on line, mette in connessione cittadini che quotidianamente affrontano percorsi simili (in orari vicini) per ottimizzare l’utilizzo dell’automobile. Inizialmente, il servizio verrà sperimentato dai dipendenti del Comune e della Provincia, in un secondo momento sarà reso accessibile a tutti i dipendenti di enti e aziende pubblici e privati del territorio modenese che avranno aderito a una specifica convenzione d’uso.

Ma come funziona il “Car Pooling Modena”? Occorre collegarsi al sistema informativo dedicato (www.carpoolingmodena.it), iscriversi e registrarsi utilizzando password e username rilasciate dall’amministratore. A questo punto, vanno inserite in un’apposita scheda di presentazione le coordinate dei propri spostamenti, ossia orari, percorsi, ruolo (autista o passeggero). A questo punto, il sistema informativo confronta i dati acquisiti ricercando le più opportune sovrapposizioni di percorsi e orari e comunicandone poi i risultati agli utenti interessati. I membri degli “equipaggi virtuali” così definiti potranno contattarsi e prendere accordi operativi. Attualmente allo studio incentivi commisurati alla frequenza con cui si utilizza il sistema: dalla riduzione/gratuità della sosta a pagamento agli abbonamenti gratuiti sui mezzi del trasporto pubblico locale, ai posti auto riservati nei parcheggi pubblici e aziendali.