• Articolo , 24 febbraio 2009
  • Monaco-Bolzano-Modena, la strada dell’idrogeno

  • A breve il primo impianto pilota di produzione e distribuzione d’idrogeno a servizio dell’autostrada del Brennero e del territorio circostante

Ha ricevuto l’approvazione definitiva dalla Giunta provinciale, in merito alla predisposizione degli strumenti urbanistici, la prima stazione pilota per la produzione e distribuzione di idrogeno per auto-trazione di Bolzano. La struttura sorgerà nei pressi della stazione autostradale in zona sud, fornendo inizialmente sia idrogeno allo stato puro che miscelato con metano (per il rifornimento degli autobus pubblici). L’impianto di produzione sfrutterà l’energia idroelettrica per ottenere l’elettrolisi dell’acqua recuperando il calore generato dal processo per convogliarlo in riscaldamento invernale tramite una rete di teleriscaldamento. A regime produrrà 240 normal metri cubi di gas all’ora per un totale annuo di oltre 2 milioni di metri cubi di combustibile pulito. Prima nel suo genere a livello comunitario. L’installazione si inserisce nel quadro di un progetto più ampio, mirato alla creazione di una tratta autostradale Monaco-Modena, della lunghezza di 650 chilometri, interamente attrezzata per il rifornimento di idrogeno alla realizzazione di un percorso servito con il nuovo carburante fra Modena e Monaco di Baviera in Germania. L’Autostrada del Brennero, dal 2006 è, infatti, partecipe al 20% dell’Istituto per Innovazioni Tecnologiche S.c.ar.l. di Bolzano (I.I.T.), cui andrà il compito di approntare i necessari impianti di produzione, distribuzione e stoccaggio del gas.