• Articolo , 21 luglio 2008
  • Montagna: scuola su cambiamento climatico a 2.900 mt su M. Rosa

  • A circa 2.900 metri di altitudine, sul massiccio del Monte Rosa, si studiano gli effetti dei cambiamenti climatici sul delicato ecosistema della montagna. A questo tema e’ dedicato in questi giorni il Primo corso di perfezionamento post laurea ‘Mountain environment and global change’, organizzato dalla Scuola internazionale della montagna, con sede all’istituto Angelo Mosso al […]

A circa 2.900 metri di altitudine, sul massiccio del Monte Rosa, si studiano gli effetti dei cambiamenti climatici sul delicato ecosistema della montagna. A questo tema e’ dedicato in questi giorni il Primo corso di perfezionamento post laurea ‘Mountain environment and global change’, organizzato dalla Scuola internazionale della montagna, con sede all’istituto Angelo Mosso al Col d’Olen (2.901 metri di altitudine), sul massiccio del Monte Rosa. Al corso partecipano una trentina di allievi, provenienti prevalentemente da paesi in via di sviluppo, tra cui Afganistan, Cuba, India, Nepal, Pakistan, ed anche da Portogallo, Grecia e Italia. Gli argomenti di insegnamento riguardano la ”applicazione – spiegano gli organizzatori – di principi di ecologia e altre discipline alla soluzione di problemi dell’ambiente e della gestione delle risorse naturali in montagna sottoposte agli effetti del cambiamento climatico globale”. La Scuola internazionale della montagna rientra nel progetto Ipromo, patrocinato dal Ministero per gli Affari esteri, Unep, Desd-Unesco e Club alpino italiano. Tra i promotori figura la facolta’ di Agraria dell’Universita’ di Torino.