• Articolo , 16 aprile 2009
  • Montelupone firma protocollo d’intesa con Unicam per l’energia pulita

  • E’ stato recentemente definito un protocollo d’intesa fra il Comune di Montelupone e l’Università di Camerino: l’accordo punta a definire modalità e tecnologie di risparmio energetico e di introduzione dell’uso di fonti rinnovabili. Il vicesindaco Giuseppe Ripani, il prof. Murri e la prof.ssa Ottone dell’ateneo camerte hanno lavorato in modo particolare sulle situazioni di vincolo […]

E’ stato recentemente definito un protocollo d’intesa fra il Comune di Montelupone e l’Università di Camerino: l’accordo punta a definire modalità e tecnologie di risparmio energetico e di introduzione dell’uso di fonti rinnovabili.
Il vicesindaco Giuseppe Ripani, il prof. Murri e la prof.ssa Ottone dell’ateneo camerte hanno lavorato in modo particolare sulle situazioni di vincolo e di piani di recupero come quelle esistenti per i centri storici del capoluogo e di San Firmano: criticità che in prima battuta possono essere ostative alla possibilità di ottenere benefici fiscali ed economici da parte dei cittadini che vi risiedono. A tale scopo è stata costituita una Commissione di lavoro fra le due istituzioni, composta da ricercatori e tecnici e coordinata dal vicesindaco Ripani, della quale fanno parte per l’ente monteluponese l’ing. Alessandro Sampaolesi e l’architetto Claudio Cardinali.
Il Comune ha contribuito ad attivare l’istituzione di una borsa di studio a supporto delle attività di trasferimento tecnologico e di individuazione di buone pratiche. Stante la collaborazione avviata, si è acceduto alle qualificate competenze dell’Università di Camerino, in particolare presenti nello spin-off universitario Pensy (Pro Energy Systems), per la partecipazione a bandi comunitari nel settore energia per progetti di risparmio energetico e di strutture pubbliche ecosostenibili. In particolare è stato presentato in Regione un progetto di importo superiore al milione di euro che prevede la costruzione di un nuovo polo didattico a San Firmano, costituito da una scuola materna, da un parco tematico, didattico e di gioco sulle tecnologie di uso delle fonti rinnovabili, oltre ad uno spazio di incontro e svago per gli anziani della frazione.
Intanto, sono già evidenti i primi frutti degli impianti solari e fotovoltaici collocati su alcune strutture pubbliche come il campo sportivo e le scuole medie: il risparmio sulla bolletta annuale è notevole, così come alti sono i valori dell’energia pulita prodotta, con un deciso decremento delle emissioni di anidride carbonica. E dopo aver esperito una gara ufficiale, il Comune di Montelupone ha recentemente firmato il contratto per l’allestimento di nuovi impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica dal sole: saranno potenziati quelli degli edifici della Scuola media Benedettucci, e ne saranno installati di nuovi presso il Civico Cimitero, dove le lampade votive saranno sostituite con analoghe lampadine a led, permettendo di raggiungere la totale autonomia energetica delle due strutture. Già nei prossimi mesi si vedranno gli effetti di tale politica, che tende a ridurre o eliminare del tutto i costi pubblici per l’energia.
Dal Comune di Montelupone