• Articolo , 3 gennaio 2008
  • Motor BioFuels Forum e IEA Bioenergy insieme nel 2008

  • Si terrà nei Paesi Bassi il 9-10 gennaio 2008 la sesta edizione del European Motor BioFuels Forum, due giorni di incontri per condividere idee ed opinioni sull’industria dei biocarburanti

L’uso dei biocarburanti è in sostanziale aumento in tutto il mondo, con un conseguente sviluppo industriale in questa direzione, anche in seguito alla ricerca di soluzioni alternative per contrastare le conseguenze del riscaldamento globale. D’altra parte, i limiti della disponibilità di risorse fossili e fabbisogno energetico sempre più alto in paesi come la Cina e l’India stanno determinando un progressivo aumento del prezzo dei carburanti tradizionali, imponendo la necessità di nuove tecnologie per la produzione dei combustibili e lo sviluppo di motori più efficienti. Queste sono alcune delle questioni che saranno trattate durante il 6° Motor BioFuels Forum. L’edizione del 2008, che si terrà a Rotterdam il prossimo 9 e 10 gennaio, è organizzata da Europoint, in collaborazione con l’Iniziativa per il clima di Rotterdam e sotto il patrocinio dei tre ministeri olandesi: il ministero dell’Agricoltura, della Natura e della Qualità degli alimenti, il ministero delle Infrastrutture, della Pianificazione territoriale e ambientale e il ministero dei Trasporti, dei Lavori pubblici e della Gestione delle risorse idriche. Al programma di incontri, che riunirà anche l’evento IEA Bioenergy ,sono attesi oltre 70 esperti del settore delle bioenergie, provenienti da 20 paesi di tutto il mondo. “Abbiamo creato una piattaforma in cui i delegati d’ogni settore possano discutere lo sviluppo dei biocarburanti su scala internazionale”, ha detto il Dr Jeremy Tomkinson, membro del comitato consultivo. “Questo Forum mira ad affrontare il tema delle attuali capacità di produzione europea e di come potrebbe svilupparsi la domanda, e non solo nel contesto dei combustibili per il trasporto su strada, ma anche per ciò che riguarda uno sviluppo più sostenibile per il settore marittimo, ferroviario e dell’aviazione”. (fonte Eubia)