• Articolo , 1 febbraio 2011
  • Mse: in Gazzetta l’avviso per i progetti esemplari nel campo delle rinnovabili

  • Il dicastero guidato da Paolo Romani punta a realizzare progetti che riguardino la produzione di energia ricavata dalle fonti alternative: il plafond finanziario è pari a venti milioni di euro, di cui una buona parte è destinata a università ed edifici ad uso sportivo.

(Rinnovabili.it) – Progetti innovativi ed esemplari relativi alla realizzazione di impianti per la produzione di energia proveniente da fonti rinnovabili: è senz’altro questo il passaggio cruciale dell’avviso pubblicato lo scorso 28 gennaio in Gazzetta Ufficiale dal ministero dello Sviluppo Economico. Il dicastero di via Veneto è infatti intenzionato a porre in essere un ambizioso programma operativo interregionale che durerà fino al 2013 (l’anno di partenza è invece il 2007) e che coinvolge gli edifici e le utenze energetiche da rendere maggiormente efficienti. In particolare, questo compito spetta al Dipartimento energetico dello stesso ministero, più precisamente alla Direzione Generale per l’Energia Nucleare e le Energie Rinnovabili, la quale sta appunto selezionando i migliori piani per raggiungere l’obiettivo: gli edifici in questione sono quelli che si trovano nelle cosiddette “regioni convergenza”, vale a dire Calabria, Campania, Sicilia e Puglia, il Mezzogiorno meno avanzato da questo punto di vista. Dove si andrà a intervenire nel dettaglio? Le iniziative da prendere in esame si riferiscono ovviamente alla produzione di energia da fonti rinnovabili: i contributi per la realizzazione dei progetti sono stati concessi in base a una specifica graduatoria e ammontano a circa venti milioni di euro. Tra l’altro, bisogna anche aggiungere che il 25% delle risorse finanziarie che sono disponibili verrà sfruttato per degli interventi appositamente mirati negli edifici universitari e sportivi, specialmente quelli che hanno una possibile ricaduta sociale e che si trovano comunque sempre nelle regioni sopracitate.