• Articolo , 30 giugno 2009
  • Multiutility, Dolomiti Energia è nuovo azionista di riferimento

  • Il gruppo Dolomiti Energia, azionista di Edison attraverso la catena di Delmi, è diventato il socio di riferimento di Multiutility Energy, la società veronese che fornisce energia elettrica e gas naturale, promuovendo l’utilizzo di energia pulita. Il finanziere Romain Zaleski deteneva a fine 2007 una quota pari all’1,3% di questa società e puntava a portarla […]

Il gruppo Dolomiti Energia, azionista di Edison attraverso la catena di Delmi, è diventato il socio di riferimento di Multiutility Energy, la società veronese che fornisce energia elettrica e gas naturale, promuovendo l’utilizzo di energia pulita.
Il finanziere Romain Zaleski deteneva a fine 2007 una quota pari all’1,3% di questa società e puntava a portarla in Borsa nella primavera del 2008, ma il progetto è poi saltato.
“Insieme a Dolomiti Energia, nuovo azionista di riferimento di Multiutility Energy, sarà possibile acquisire nuovi clienti, vendere importanti volumi di energia e di gas, ottenere significative quote di mercato, raggiungendo anche quell’obiettivo che da tanti anni perseguiamo: la fornitura integrata di energia da fonte rinnovabile, dal produttore al consumatore”, si legge in un comunicato della spa energetiva veronese che annuncia per giovedì prossimo una conferenza stampa, nel capoluogo veneto, per presentare i dettagli dell’operazione.
Il 95% del capitale di Multiutility spa fa capo a Multiutility sa. Nella conferenza stampa sarà annunciata la nuova compagine azionaria e verranno dati dettagli sul progetto che prevedeva la quotazione in Borsa con una quota del 40% del capitale del gruppo guidato da Germano Zanini.
Dolomiti Energia, che lo scorso marzo si è fusa per incorporazione in Trentino Servizi diventando la sesta multiutility italiana, detiene il 10% di Delmi, la holding controllata al 51% da A2A (A2.MI: Quotazione), al 15% da Enia (EN.MI: Quotazione) e al 10% dalla bolzanina Sel. Delmi, a sua volta, controlla il 50% di Transalpina di Energia (l’altro 50% è di Edf). TdE detiene il 61,3% di Foro Buonaparte.