• Articolo , 2 luglio 2008
  • Mungere le pecore con l’energia fotovoltaica

  • Far funzionare le serre, irrigare i campi, condurre le operazioni in cantina e, perché no, anche mungere il bestiame sono tutte azioni che possono sfruttare l’energia prodotta dal sole

La notizia può apparire bizzarra, ma in realtà è una delle molteplici applicazioni a cui si presta l’energia solare e di cui si parlerà nel convegno promosso da Coldiretti Sassari in programma per venerdì 4 luglio. “In un momento in cui i costi di produzione sono alle stelle il solare fotovoltaico può rappresentare un’alternativa importante sia per le opportunità offerte dal sistema del conto-energia che per il suo utilizzo diretto nell’attività dell’azienda – spiegano il presidente e il direttore di Coldiretti Sassari, rispettivamente Tonino Frescura e Gianni Vacca – l’energia solare potrebbe essere utilizzata per la mungitura delle pecore e la refrigerazione del latte nelle stalle, per i sistemi di irrigazione dei campi, per effettuare le varie operazioni in cantina di trasformazione delle uve, oltre che per gli agriturismi”. L’obiettivo di Coldiretti Sassari è favorire l’installazione di impianti fotovoltaici in strutture agricole e dell’allevamento, puntando allo sfruttamento di spazi esistenti, come terreni a margine o tetti di fabbricati agricoli, con l’intento di integrarsi alle attività agricole, ma anche coinvolgendo semplici cittadini che hanno a disposizione terreni su cui impiantare i pannelli: già queste installazioni garantiranno un risparmio di milioni di kilowatt di energia proveniente da combustibili fossili.