• Articolo , 27 novembre 2008
  • Napolitano: biodiversità, ricchezza garantita da sviluppo sostenibile

  • Il Capo dello Stato ha espresso, in occasione di un incontro sulla “Biodiversità e beni comuni”, tutta la sua partecipazione al principio della biodiversità che può conservarsi sono in un quadro di sviluppo sostenibile.

”La varietà della vita, un valore primario per un equilibrato sviluppo del pianeta” ha affermato il nostro Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in una missiva a Mario Capanna, Presidente della Fondazione Diritti Genetici, in occasione del Congresso internazionale ”Scienza e Società – la frontiera dell’ invisibile: Biodiversità e beni comuni” inauguratosi a Roma e si concluderà domani.
”Questa primaria esigenza ha ispirato nel 1992 – spiega il Presidente Napolitano nella sua nota – la Convenzione delle Nazioni Unite sulla diversità biologica, cui hanno aderito gli Stati membri dell’Unione Europea avviando politiche mirate alla conservazione della biodiversità, all’uso sostenibile delle sue componenti e all’equa ripartizione dei vantaggi derivanti da un responsabile utilizzo delle risorse genetiche”. Il Presidente ha formulato poi ”l’auspicio che i lavori dell’incontro possano offrire nuovi e approfonditi strumenti di indagine e di riflessione”.