• Articolo , 2 ottobre 2009
  • Nasce Anest, l’Associazione per l’energia termodinamica

  • I firmatari della nuova Compagnia di bandiera uniti per la tutela dello sviluppo energetico del solare termodinamico

(Rinnovabili.it) – Solare termodinamico? Da oggi il settore dell’energia rinnovabile derivante dal sole, avrà un associazione nazionale. Anest, l’Associazione Italiana per il Solare Termodinamico, si è costituita oggi 2 ottobre 2009 in occasione della fiera romana di Zeroemission.
Sulla cresta dell’onda di maestosi progetti come quello del “Desertec”:http://www.rinnovabili.it/textpattern/index.php?event=article&step=edit&ID=833 , al quale ha partecipato come parte del team degli scienziati, Carlo Rubbia, va aumentando di pari passo la necessità di inserire le tecnologie degli impianti solari a concentrazione (CSP, Concentrating Solar Power), nelle pratiche energetiche nazionali .
In un appunto sul nuovo consorzio Anest è stato specificato che il gruppo ”ha lo scopo di rappresentare presso le istituzioni gli operatori che già da anni operano nel Solare Termodinamico e promuovere la conoscenza delle tecnologie e delle opportunità legate allo sviluppo del comparto. In considerazione del vasto dibattito che l’opinione pubblica mondiale dedica all’ambiente e allo sfruttamento delle risorse rinnovabili per la produzione di energia, l’associazione ritiene importante richiamare l’attenzione delle istituzioni sulle opportunità di crescita economica di cui il comparto è portatore. Opportunità in termini di infrastrutture, sviluppo industriale e occupazionale, ricerca scientifica, ottimizzazione delle soluzioni in vista dello sfruttamento delle risorse rinnovabili e dell’identificazione di sistemi per la continuità energetica”.
In seguito alle controversie avutesi fra le mura del Governo Nazionale, poi sfogate ampiamente nella mozione presentata al Senato il luglio scorso, Luigi Paganetto a capo dell’ENEA, ha mostrato le sue perplessità a riguardo, ammettendo l’atipicità che simili dibattiti hanno recato nel panorama politico e scientifico dal momento che “nel solare termodinamico siamo leader del mondo”.