• Articolo , 29 settembre 2008
  • Nasce il Comitato per il No al Nucleare e il Sì alle Rinnovabili

  • Nella lotta al nucleare da oggi vi è un’altra figura. Un comitato per ribadire la necessità di superare il nucleare e rivolgere gli sforzi energetici alle fonti pulite

Si è riunito a Roma il Comitato per il No al Nucleare e per il Sì alle Energie Rinnovabili, una nuova figura nel panorama energetico nata grazie alle adesioni di personaggi politici, scienziati e associazioni. Il programma del comitato è dettato dalla stesura di un documento nel quale si esporranno le ragioni del no all’atomo e del sì alle energie alternative e una manifestazione pubblica da convocare a Caorso, in provincia di Piacenza, sede di una delle centrali chiuse dal referendum del 1987, e che è stata indicata come possibile sito per la ripresa del nucleare civile. Tra coloro che hanno aderito: Valerio Calzolaio (Sinistra Democratica) e Paolo Cento (Verdi), l’ex senatore verde Mauro Bulgarelli, gli europarlamentari Roberto Musacchio (Rifondazione Comunista) e Umberto Guidoni (Comunisti Italiani), ma anche di associazioni, tra cui Massimo Serafini di Legambiente, e dei sindacati, come Antonio Filippi della Cgil.