• Articolo , 3 marzo 2010
  • Nasce ProSTO, il regolamento a favore del solare termico

  • Istallare il solare termico nei nuovi edifici aiuta i cittadini a ridurre emissioni nocive e bollette energetiche. Per aumentare la diffusione delle eco-istallazioni alle realtà locali nasce il progetto ProSTO

(Rinnovabili.it) – La Direttiva europea su energia e clima prevede tra l’altro che nei regolamenti e codici edilizi “o qualsiasi altro sistema con effetto equivalente, gli Stati membri richiedano, entro il 2015 al più tardi, richiedono l’impiego di livelli minimi di energia da fonti rinnovabili nelle nuove costruzioni e negli edifici esistenti che sono soggetti a importanti ristrutturazioni”. In tal senso un numero sempre crescente di Comuni, Regioni e Stati ha già introdotto le Ordinanze Solari (OS), disposizioni legali che prescrivono ai proprietari immobiliari l’obbligo d’installare impianti solari. Una volta terminati gli interventi i requisiti della struttura devono essere certificati e tutto il procedimento è una esclusiva responsabilità del proprietario dell’immobile.
Per accelerare la diffusione di queste istallazioni zero emission l’Europa si sta servendo del progetto “ProSTO”:http://www.solarordinances.eu/italy/ProSTO/Descrizionedelprogetto/tabid/269/Default.aspx, nato a supporto degli Enti Locali europei per l’ideazione, lo sviluppo e la gestione delle Ordinanze al fine di diffonderne la conoscenza e di perfezionarne il regolamento.
Le OS hanno valenza nazionale o regionale ma spesso vengono supportate da regolamenti edilizi locali che ne estendono la validità e che hanno reso possibile, ad oggi, il coinvolgimento di 150 milioni di cittadini, come si legge nel rapporto “L’innovazione energetica nei regolamenti edilizi comunali”, stilato da Legambiente e Cresme, che rivela che più di 250 Comuni italiani hanno introdotto l’obbligo del solare termico nei regolamenti edilizi.
Le comunità locali partecipanti a ProSTO sono: la Regione Lazio, la Città di Lisbona, Murcia, Stuttgart e Giurgiu.