• Articolo , 12 marzo 2009
  • Nascono le ‘super’ batterie al litio

  • Piccole dimensioni ed elevata potenza. Al MIT di Boston si sperimenta la batteria perfetta che si ricarica in pochi secondi

Sono più piccole, più leggere, più efficienti e con ridotti tempi di carica: parliamo delle batterie agli ioni di litio realizzate nei laboratori MIT, Massachusetts Institute of Technology, attraverso la messa a punto di un nuovo processo produttivo.
Dall’elettronica di consumo alle vetture ibride l’autonomia di carica rimane la meta di molte studi e ricerche, ma ora il tanto acclamato miracolo della batteria longeva potrebbe rivelarsi decisamente più a portata di mano. La strada percorsa finora si è orienta soprattutto verso le batterie al litio grazie alla loro densità di energia molto elevata e le ridotte dimensioni; di contro esse presentano ancora una potenza limitata che si traduce in un tempo di ricarica relativamente elevato.
Per migliorare tali dispositivi i ricercatori statunitensi hanno creato sull’elettrodo litio-ferro-fosfato (LiFePO4) una nuova struttura superficiale per permettere agli ioni litio di muoversi rapidamente all’esterno all’interno degli elettrodi. Grazie a modelli elaborati al computer nel 2004 nel prototipo è stato impiegato extra litio e fosforo a realizzare per formare uno strato di difosfato di litio, un materiale noto per la sua elevata conducibilità agli ioni. Si creerebbe così una sorta di “tunnel” preferenziale per gli ioni consentendo un passaggio notevolmente più rapido. I risultati pratici, spiega Gerbrand Ceder, a capo del gruppo di ricerca, sono batterie in grado di ricaricarsi completamente in 10-20 secondi al massimo. Inoltre, non avendo introdotto nessuna novità in termini di materiali, dal MIT fanno sapere che tali dispositivi potrebbero arrivare sul mercato nel giro di due, tre anni, aprendo dunque velocemente la strada a nuove applicazioni, compresi migliori alimentatori per le auto elettriche.