• Articolo , 15 aprile 2011
  • Natura, paesaggio e mobilità: dall’Alto Adige spunti per politiche ecosostenibili

  • Gestione dei parchi naturali altoatesini e Dolomiti patrimonio Unesco sono stati i temi che nel corso dell’incontro avuto con l’assessore provinciale all’ambiente Michl Laimer hanno catturato l’interesse dei rappresentanti di una delegazione del Ministero per l’ambiente del Libano, che partecipano alla visita ILO. In Libano, infatti, esitono quattro riserve naturalistiche, ma sussiste anche il progetto […]

Gestione dei parchi naturali altoatesini e Dolomiti patrimonio Unesco sono stati i temi che nel corso dell’incontro avuto con l’assessore provinciale all’ambiente Michl Laimer hanno catturato l’interesse dei rappresentanti di una delegazione del Ministero per l’ambiente del Libano, che partecipano alla visita ILO. In Libano, infatti, esitono quattro riserve naturalistiche, ma sussiste anche il progetto a medio termine di creare un parco naturale e aree protette. Ben impressionati si sono detti del coinvolgimento fattivo degli agricoltori di montagna nella tutela paesaggistica e delle modalità attuate per incrementare l’accettanza nei confronti dei parchi naturali.
Altrettanto interessati si sono mostrate i raprresentati delle varie delegazioni con prevenienza da varie parti del globo per il sistema di trasposto pubblico altoatesino e delle misure attuate per la sua modernaizzazione ed efficienza illustrate loro dal direttore del Dipartimento mobilità della Provincia, Gianfranco Jellici. Particolare attenzione vi è stato per il nuovo Abo valido su tutto il territorio provinciale e per il nuovo progetto “bikemobil Card”, un documento dotato di microchip, che sarà introdotto da fine aprile e consentirà di prendere in prestito biclette in abbinamento al’utilizzo dei mezzi pubblici su tutto il territorio altoatesino.
Le delegazioni hanno ottenuto informazioni su mezzi sostenibili quali il treno della Venosta, la funicolare della Mendola, la funivia del Renon, ed hanno potuto allacciare contatti per possibili transfer di know how.