• Articolo , 20 novembre 2008
  • Negoziati infiniti? Il voto sul Pacchetto UE è rinviato

  • Slitta a metà dicembre la votazione dell’Europarlamento sulla direttiva clima e energia. Lo ha stabilito oggi la conferenza capigruppo del PE

Quando, lo scorso ottobre, la Conferenza dei presidenti dei gruppi politici del Parlamento europeo aveva fissato per la sessione plenaria del 4 dicembre 2008 il voto sul Pacchetto UE, lo aveva fatto con l’intenzione di dare un segnale esplicito al Consiglio UE, chiamati a Bruxelles, il prossimo 11 e 12 dicembre, per dare il proprio “via libera politico” alle misure sul clima. Ma i complicati negoziati che hanno acceso queste giornate autunnali – e che ancora non mostrano l’intenzione di volersi avvicinare ad una conclusione – hanno fatto sentire i propri effetti anche sull’agenda parlamentare. Questa mattina, infatti, la conferenza dei capigruppo dell’Europarlamento ha deciso di far slittare la votazione nella sessione plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo dal 15 al 18 dicembre, proprio prendendo atto del fatto che le trattative per chiudere il pacchetto sono ancora in alto mare. L’intenzione ora sarebbe quello di tenere il dibattito parlamentare nella seduta di Bruxelles il 4 dicembre, per poi arrivare al voto nella sessione di Strasburgo.