• Articolo , 19 giugno 2008
  • Nel 2010 operativo il primo impianto combinato gas-solare

  • Firmato oggi il decreto di autorizzazione ai lavori della prima centrale al mondo che integra un ciclo combinato a gas e un impianto solare termodinamico per la produzione di energia elettrica

Nell’ambito dell’accordo di programma quadro per la riqualificazione del sito di Priolo Gargallo (Siracusa) l’assessore all’Industria, Pippo Gianni ha firmato oggi il decreto di autorizzazione ai lavori e messa in esercizio del primo impianto al mondo ad integrare un ciclo combinato a gas e un impianto solare termodinamico per la produzione di energia elettrica. Si tratta del famoso “Progetto Archimede”, frutto della collaborazione tra Enel ed Enea: un campo solare composto da 576 collettori parabolici che concentreranno la luce solare su tubazioni percorse da un nuovo fluido a base di sali con la proprietà di accumulare il calore per tempi prolungati e renderlo disponibile in ogni momento della giornata e in qualsiasi condizione meteorologica. L’energia termica così raccolta produrrà vapore ad alta pressione che, convogliato nelle turbine della centrale, produrrà circa 5 MW. L’immediato avvio dei lavori consentirà entro il 2010 la piena operatività della centrale. “Siamo di fronte – ha detto Gianni – a una grande sfida. La Sicilia ha scelto di scommettere sullo sviluppo compatibile. Con la firma odierna si sancisce definitivamente lo spirito di collaborazione che questa amministrazione intende avviare con le aziende che intendono investire in Sicilia. Il nostro motto è: collaborazione e semplificazione per ottimizzare risorse e opportunità”.