• Articolo , 7 gennaio 2010
  • Nella calza della Befana, meno carbone e più rinnovabili

  • L’Epifania porta forti guadagni sui titoli delle società che producono energia da fonti alternative con rialzi nell’ordine del 20%

(Rinnovabili.it) – Un sei gennaio particolarmente positivo per le società che producono energia da fonti rinnovabili, quotate in borsa. Si dà il caso che l’Epifania abbia in Piazza Affari doni decisamente ‘green’ facendo scoppiare la febbre delle eco-energie ed in particolare modo quella del fotovoltaico.
Importanti rialzi si sono, infatti, registrati sui titoli delle società attive nella produzione di energia da fonti rinnovabili sulla scia dei forti acquisti su TerniEnergia che aveva iniziato a salire già nei giorni scorsi e ora in rialzo del 53% dopo solo tre sedute del nuovo anno.
In generale i titoli quotati nella giornata di ieri hanno fatto registrare rialzi nell’ordine del 20%: l’azienda umbra ha guadagnato il 20,8%, Ergy Capital un più 25,7% e K.R.Energy più 19,5%, Pramac più 11,88%.
Per gli analisti del settore ad innescare la miccia, specialmente in riferimento alle società che operano nel fotovoltaico, sarebbe l’interesse dettato dal possibile sviluppo delle installazioni solari, soprattutto in considerazione dell’obiettivo del 22% “pulito” fissato quest’anno nel mix energetico produttivo.