• Articolo , 7 ottobre 2010
  • Nella Grande Mela tetti verdi anche per i bus

  • Dal progetto di un giovane laureato è nato il BioBus che da 5 mesi trasporta i cittadini newyorkesi sotto il suo tettuccio erboso, regalando alla metropoli un inconsueto giardino mobile

(Rinnovabili.it) – Potrebbero essere considerati i precoci eredi dei green roof, i tetti verdi che stanno acquistando sempre più spazio nella progettazione architettonica sostenibile: autobus con tettucci ricoperti da piante e vegetazione che si muovano per la città trasportando con sé i benefici effetti dei giardini.
L’idea, che prende il nome di “Bus Roots”:http://busroots.org/, letteralmente _Bus con le Radici,_ arriva da Marco Castro Cosio, laureato presso la New York University che in cerca di nuovi spazi da convertire in “urban gardens” ha pensato bene di moltiplicare il verde urbano ‘seminando’ un terreno davvero particolare come il tetto dei mezzi pubblici.
Il progetto può sembrare assurdo ma ha già riscosso i primi riconoscimenti, come dimostrato dal secondo premio al DesignWala del Grand Idea Competition e raccolto il consenso dei newyorkesi che negli ultimi cinque mesi hanno fatto un giro sul BioBus, il primo prototipo a sperimentare questa idea. Il mezzo in questione, un autobus tradizionale, ha testato il suo particolare tetto erboso costituito da piccole piante grasse girando per le strade cittadine e per quelle provinciali dell’Ohio.
Esteticamente divertente il progetto ha ovviamente una finalità più alta, ossia quella di conquistare nuovi spazi per il verde pubblico o per dirla con le parole dello stesso Cosio: “per recuperare spazio dimenticato, aumentare la qualità della vita e far crescere la quota green della città”. Il giovane laureato ha stimato che se la Metropolitan Transportation Authority mettesse a disposizione la sua flotta di circa 4.500 autobus per una conversione al Bus Rots, New York potrebbe contare su 35 acri di nuovi “giardini”.