• Articolo , 6 ottobre 2008
  • Nelle scuole uso intelligente dell’energia

  • Iuses (Intelligent Use of Energy at School) ovvero la promozione di un uso intelligente delle fonti di energia.

Si tratta di un progetto che coinvolge 12 stati europei (Austria, Bulgaria, Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Olanda, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia e Spagna). L’iniziativa riunisce tredici partner tra istituzioni di ricerca, di formazione e di divulgazione scientifica. Per l’Italia partecipano “Area Science Park” e “Science Centre – Immaginario Scientifico” di Trieste. Il progetto sta già riscuotendo un notevole interesse e diverse prenotazioni dalle scuole superiori del Friuli Venezia Giulia, Ma questo è solo l’inizio, infatti in seguito altre scuole e regioni saranno coinvolte man mano che il progetto proseguirà.
Dalla sveglia che squilla la mattina, alla luce che spegniamo prima di andare a dormire, la nostra vita quotidiana è segnata da tanti piccoli gesti che richiedono un uso continuo di elettricità. Ma per diminuire i consumi possiamo mettere in pratica dei piccoli accorgimenti quotidiani, senza troppa fatica: utilizzo di lampadine a basso consumo, evitare lo stand-by per gli apparecchi elettrici, staccare i caricabatteria dalla presa quando non servono, adottare uno stile di guida ecosostenibile tanto per fare alcuni esempi. L’iniziativa lanciata nelle scuole diventa parte integrante dell’educazione e soprattutto delle abitudini dei più piccoli.