• Articolo , 2 luglio 2010
  • New York cerca “leasing” per il suo parco eolico off shore

  • La New York Power Authority ha richiesto al Governo Federale Usa un contratto di affitto di 25 anni per la realizzazione del parco eolico off shore di Long Island che potrebbe aiutare la città di New York anche a migliorare la sua qualità dell’aria

(Rinnovabili.it) – L’obiettivo sarà poter produrre in tempi bervi energia sfruttando il vento e migliorare la qualità dell’aria di una città come New York affollata quotidianamente da più di 8 milioni di abitanti. Ma per farlo bisognerà prima trovare il sito migliore, con relativo contratto “d’affitto” venticinquennale per realizzare il futuro parco eolico off shore che dovrebbe essere costruito nelle acque di Long Island. La New York Power Authority, infatti, ha formalmente fatto richiesta per un contratto d’affitto da parte del Governo Federale per il _Long Island-New York City_ offshore wind project: l’Autorità, infatti, è in procinto di richiedere un vero e proprio leasing al Federal Bureau of Ocean Energy Management. Il progetto prevede di sviluppare tra i 350 e 700 megawatt di capacità di generazione eolica off-shore per l’Oceano Atlantico nel 2016 e il contratto di locazione è stato richiesto per il piano di fattibilità richiesto dallo stesso progetto.
Commentando la richiesta di locazione, il sindaco di New York Michael Bloomberg ha detto la città ha dovuto fare uso di fonti di energia rinnovabili per migliorare la qualità dell’aria, migliorare l’affidabilità della propria rete e ridurre le emissioni di gas serra. Un passo in avanti decisivo, quindi, quello di realizzare un nuovo parco eolico off shore dal momento che la città vorrebbe ridurre il suo impatto sui cambiamenti climatici del 30% prima del 2030.
Il parco di _Long Island_ si dovrebbe estendere su una superficie di 64.500 ettari a circa 13-15 miglia al largo della costa di Long Island, che è al di fuori della giurisdizione dello Stato di New York, in cui i diritti di leasing devono essere rilasciati appunto dal governo federale. Gli sviluppatori del progetto sono alla ricerca di un contratto di affitto di 25 anni per una tassa di 16.000 dollari. Se verrà concesso, l’affitto sarebbe di circa 200.000 dollari all’anno durante lo sviluppo e la costruzione, mentre il Bureau of Energy (BOE) riceverà una porzione dei ricavi dalla vendita di energia, una volta completato e messo in funzione l’intero impianto.