• Articolo , 2 novembre 2010
  • New York, Londra e Toronto calcolano il loro impatto

  • Il monitoraggio delle emissioni di gas serra da parte delle città implicherebbe, di conseguenza, la valutazione delle strategie alla lotta ai cambiamenti climatici. E’ ciò che si presuppone Carbon Disclosure Progect, un’organizzazione non-profit che ha presentato _Cities CDP_, ovvero un sistema informatico che informi sulle emissioni di gas serra e i provvedimenti per la riduzione delle stesse. Il progetto, rivolto a cinquantasei città, ha incontrato subito le simpatie di Londra, New York e Toronto.

(Rinnovabili.it) – La riduzione dei gas ad effetto serra è un impegno e un dovere non solo del mondo dell’imprenditoria, ma in ugual modo delle amministrazioni cittadine. A tal proposito l’organizzazione “Carbon Disclosure Project”:https://www.cdproject.net/en-US/Pages/HomePage.aspx (CDP) ha lanciato il suo nuovo programma _CDP Cities_, un sistema informatico che comunichi le emissioni di gas serra e le strategie climatiche della maggior parte delle città più importanti al mondo. CDP è un’organizzazione indipendente senza fini di lucro, che dispone del più grande database di informazioni aziendali relative ai cambiamenti climatici. Migliaia di imprese divulgano le loro emissioni e le loro strategie di prevenzione attraverso il CDP.

_Cities CDP_, in collaborazione a “C40”:http://www.c40cities.org/ e alla “Clinton Climate Initiative”:http://www.clintonfoundation.org/what-we-do/clinton-climate-initiative/, chiede alla più grandi città del mondo di monitorare volontariamente le loro emissioni in modo da adottare di conseguenza strategie che salvaguardino il futuro delle loro città. Su tale iniziativa si sono già allineate Londra, New York e Toronto, le quali si sono impegnate con Carbon Disclosure Project a creare una sorta di banca dati pubblica delle loro emissioni a effetto serra e dei loro provvedimenti verso i cambiamenti climatici. Altre cinquantasei città sono state invitate da CDP a partecipare a questo programma.

“New York è dal 2006 che monitorizza le sue emissioni e già si è assistito a una riduzione delle stesse – il commento del sindaco newyorkese _Michael Bloomberg_ – La partnership con Carbon Disclosure Project garantisce che tutte le città associate abbiano un’affidabile piattaforma per comunicare tali dati. Sarebbe difficile ottenere risultati ambiziosi senza controllare i nostri progressi: se non puoi misurare, non puoi gestire”.

_Boris Johnson_, primo cittadino di Londra, invece ha dichiarato: “Sappiamo che le città sono i maggiori produttori di emissioni al carbonio, ma è fondamentale che queste uscite siano quantificate e di dominio pubblico affinché si possano osservare i nostri progressi”.

Grandi aziende, come _Autodesk_, _Microsoft_ e _Sun Life Financial_, stanno sostenendo questo nuovo programma. “Le città del futuro si formano a partire da oggi – le parole di Jay Bhatt, vice presidente di _Autodesk_ – Siamo lieti di lavorare insieme a CDP per contribuire a realizzare una piattaforma standard di informazioni relative ai cambiamenti climatici in modo da migliorare l’ambiente urbano”.

CDP, inoltre, ha rilasciato un nuovo rapporto intitolato _“The Case for City Disclosure”_, su cui sono divulgate diverse pratiche per le amministrazioni cittadine al fine di promuovere innovazioni tecnologiche, di rendere le città più vivibili e sicure, di aumentare l’efficienza energetica e di attrarre investimenti per progetti di sostenibilità.