• Articolo , 10 agosto 2007
  • Nicaragua: Ortega come Fidel Castro e Chàvez

  • Durante la tappa del tour di Lula in Nicaragua, il presidente Daniel Ortega ha definito “assurda” la produzione dell’etanolo a partire dal mais, a differenza di quanto avviene in Brasile dove si utilizza canna da zucchero. Per Lula, ogni Paese deve trovare la propria alternativa.

Mentre il presidente venezuelano Hugo Chàvez è in Ecuador per firmare accordi energetici nel campo petrolifero per la realizzazione di una megaraffineria venezuelano-ecuatoriana, che rafforzi l’asse Caracas-Quito, il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva prosegue il suo tour centroamericano per raccogliere consensi e alleati a favore dell’espansione dei biocombustibili. Una delle tappe è stato il Nicaragua, uno dei soci dell’ALBA, (Alternativa Boliviana per le Americhe), creata da Chàvez in opposizione ai progetti commerciali di Washington in America latina. Il presidente nicaraguense Daniel Ortega ha sposato la stessa tesi di Fidel Castro e di Chàvez, definendo “assurda” la produzione di etanolo dal mais, come avviene negli Stati Uniti, considerato un prodotto alimentare basilare nella dieta del Nicaragua. Il presidente Lula ha comunque dichiarato che ogni Paese deve trovare la sua alternativa, sottolineando tuttavia il potenziale dei biocombustibili per ridurre la dipendenza dagli idrocarburi. (fonte Denaro.it)