• Articolo , 5 marzo 2008
  • Niente limiti di installazione per l’eolico italiano

  • Diramato un comunicato congiunto per ribadire l’importanza dello sviluppo della rete anche al fine di consentire il rispetto degli obiettivi di produzione di energia da fonti rinnovabili sottoscritti dal Governo

“Lo sviluppo dell’eolico in Italia non è limitato da motivi tecnici relativi alle connessioni degli impianti alla Rete di Trasmissione Nazionale”. La dichiarazione arriva oggi da un comunicato rilasciato congiuntamente da Terna, Anev ed Aper a seguito delle molteplici segnalazioni, in merito alle mancate o ritardate autorizzazioni per la realizzazione di nuovi impianti eolici e giustificate ricorrendo a presunti problemi di sicurezza della rete elettrica di trasmissione. Sottolineando che in nessuna parte del territorio nazionale, così come in Sardegna e in Sicilia, esistono limitazioni alla potenza installabile per l’eolico, Terna vuole inoltre ribadire che la crescita prevista nei prossimi anni da questa fonte energetica “rende quanto mai necessario accelerare lo sviluppo della rete, e che è pertanto essenziale che le Amministrazioni nazionali e regionali rilascino quanto prima le autorizzazioni necessarie per la costruzione dei nuovi elettrodotti”.