• Articolo , 26 marzo 2010
  • No alla navigazione per proteggere le coste di Usa e Canada

  • Proteggere le coste dall’inquinamento creando una zona cuscinetto con divieto di transito delle imbarcazioni per almeno 200 miglia. La proposta è dell’Agenzia per la Navigazione delle Nazioni Unite

(Rinnovabili.it) – L’Agenzia per la Navigazione delle Nazioni Unite ha annunciato il piano per la riduzione dell’inquinamento lungo le coste di Stati Uniti e Canada. L’idea consiste nella creazione di una zona cuscinetto che si estenderebbe per circa 200 miglia nautiche a largo delle coste per ridurre la percentuale di ossidi di azoto, ossidi di zolfo e particolato rilasciato in mare dal transito delle imbarcazioni.
Una volta adottato il piano l’IMO (International Maritime Organization), il comitato di protezione dell’ambiente marino, avrebbe 16 mesi di tempo per prendere i dovuti provvedimenti prima dell’entrata in vigore delle nuove norme, che dovrebbero divenire ufficiali, quindi, entro luglio 2011.
“Per troppo tempo le navi hanno rilasciato una quantità enorme di inquinanti lungo le nostre coste e nei nostri porti,” ha dichiarato David Marshall, del gruppo ambientalista Clean Air Task Force (CATF) “Apprezziamo l’azione repentina dell’IMO nell’adozione di questa proposta per ripulire i combustibili delle imbarcazioni e le emissioni”.