• Articolo , 5 dicembre 2007
  • Nuova politica energetica: Casa Bianca contro Congresso

  • Alla base di tutto ci sarebbe un’irrigdimento dell’esecutivo degli Usa per evitare tassazioni pesanti alle multinazionali petrolifere americane

Se, come sembra allo stato attuale delle dichiarazioni, il Congresso degli Usa dovesse approvare il disegno di legge sull’energia così com’é, la Casa Bianca ha fatto sapere che porrà il veto. L’annuncio dell’esecutivo americano é relativa ad una serie di misure per aumentare l’efficienza delle automobili e dei veicoli pesanti, con un obiettivo di risparmio del 40% entro il 2020. Questo prevede da una parte il maggior utilizzo di altri carburanti, come l’etanolo, e dall’altra un’incremento produttivo di energia da fonti rinnovabili (vedi il solare e l’eolico). La Casa Bianca é contraria a questo provvedimento sull’energia perché richiederebbe l’applicazione di tasse per miliardi di dollari alle grandi compagnie petrolifere. (fonte Agi)