• Articolo , 20 aprile 2009
  • Nuove energie, Magliano Sabina sarà la capitale

  • La cittadina diventa capitale delle energie rinnovabili.

Infatti Eurosolar Italia, sezione dell’associazione europea Eurosolar di Bonn per le energie rinnovabili che, da circa venti anni, conduce una campagna per la trasformazione energetica del nostro modello di sviluppo con l’agenzia Irena, ha lasciato la sede urbana di Roma e si trasferisce a Magliano per operare in un territorio più vasto. Oggi l’energia è finalmente un argomento centrale delle politiche urbane, ne è diventata il suo punto focale. L’attuale crisi economica e sociale ci obbliga a ridefinire gli stretti rapporti tra i nostri interventi, l’ambiente e le tipologia delle sue risorse. Per questa ragione Eurosolar Italia, assieme al Comune di Magliano Sabina, che ha costruito un suo progetto chiamato «Magliano solare», alla Azienda municipalizzata sabina (Asm), al dipartimento Itaca delll’università La Sapienza e al dipartimento Dsu dell’università Roma Tre, inaugura venerdì un Centro di ricerca applicata per le energie rinnovabili. Questa nuova struttura, secondo il protocollo d’intesa, siglato tra i partners prevede attività nel settore della informazione, della formazione, della preparazione professionale alla progettazione statica e sostenibile ed alla innovazione tecnologica, in stretta collaborazione con il settore produttivo nazionale ed internazionale. Per venerdì il programma prevede un saluto degli organi istituzionali il sindaco Angelo Lini, il presidente della Provincia di Rieti, Fabio Melilli, l’assessore all’Istruzione della Regione Lazio, Silvia Costa, l’ex sottosegretario del ministero del Lavoro, Rosa Rinaldi, e una introduzione del parlamentare tedesco Hermann Scheer, del presidente dell’Eurosolar Italia Francesca Sartogo e dei professori Elena Mortola e Valerio Calderaro per l’università di Roma. Elemento qualificante della giornata è la cerimonia della consegna del noto Premio Solare Europeo con i progetti solari degli anni 2007 e 2008. Il Centro di ricerca applicata per le energie rinnovabili ha come obbiettivo la ricerca e la sperimentazione di un nuovo modello di sviluppo sociale ed economico, la promozione di un graduale programma ordinato per la sostituzione delle energie convenzionali con le energie rinnovabili secondo la disponibilità e la sicurezza dell’approvvigionamento delle risorse locali.; il potenziamento dei ruoli delle Amministrazioni Statali, Regionali, Provinciali e Comunali come anticipatori e battistrada del cambiamento energetico; l’indirizzo e la guida della pianificazione territoriale ed urbana verso le energie rinnovabili, costruendo strumenti ed un nuovo approccio per la urbanistica sostenibile.