• Articolo , 8 luglio 2011
  • Nuove procedure semplificate per le autorizzazioni alle emissioni in atmosfera

  • La Provincia ha adottato modelli semplificati per la domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera da parte di gestori che devono avviare nuovi impianti o rinnovare le autorizzazioni. Sono oltre una trentina le tipologie di attività interessate dalla procedura semplificata (carrozzerie, tipografie, mobilifici, torrefazioni, panifici, pasticcerie, lavorazione del pesce, laboratori orafi, lavorazioni meccaniche, etc.). Il […]

La Provincia ha adottato modelli semplificati per la domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera da parte di gestori che devono avviare nuovi impianti o rinnovare le autorizzazioni.

Sono oltre una trentina le tipologie di attività interessate dalla procedura semplificata (carrozzerie, tipografie, mobilifici, torrefazioni, panifici, pasticcerie, lavorazione del pesce, laboratori orafi, lavorazioni meccaniche, etc.). Il gestore, almeno 45 giorni prima dell’entrata in servizio dell’impianto, può chiedere di aderire alla procedura di autorizzazione semplificata compilando il modello apposito, nel quale dovrà dichiarare di rispettare i criteri previsti negli specifici allegati tecnici, ottemperando agli obblighi indicati.

L’attività si considera autorizzata dal momento in cui l’Amministrazione Provinciale riceve la domanda di adesione, senza il rilascio di una vero e proprio atto autorizzatorio cartaceo.
“La nuova modulistica – dice l’assessore provinciale all’ambiente Nicola Nista – consentirà un notevole risparmio di tempo per l’utenza e di risorse per la P.A.. Per questo tipo di autorizzazioni, infatti, la normativa vigente prevede una procedura ordinaria che varia da un minimo di 120 giorni ad un massimo di 150 in caso di richiesta di integrazioni”.

L’Amministrazione Provinciale può effettuare in qualsiasi momento verifiche e controlli tecnici e amministrativi sull’attività svolta negli stabilimenti così autorizzati.

L’Ente può, invece, negare l’adesione alla procedura semplificata qualora sussistano determinate condizioni, come il mancato rispetto dei requisiti, l’interessamento di zone a rischio sanitario o di particolare tutela ambientale, l’emissione di sostanze che abbiano tossicità e cumulabilità elevate, etc.

La procedura semplificata può essere utilizzata anche nel caso in cui il gestore intenda effettuare una modifica allo stabilimento o trasferire in altra sede l’attività stessa.

Anche i gestori di impianti di verniciatura e lavorazione del legno, di autocarrozzeria e di pulitintolavanderia, che avevano aderito alle autorizzazioni di carattere generale precedentemente in vigore nella Provincia di Livorno, entro il 29 ottobre 2011 possono rinnovare tali autorizzazioni attraverso la modulistica semplificata. Oltre tale data l’attività verrà considerata in esercizio senza autorizzazione. I gestori possono comunque scegliere di presentare domanda anche seguendo la consueta procedura “ordinaria”. Per maggiori informazioni sulle tipologie di attività interessate consultare il sito internet della provincia all’indirizzo ww.provincia.livorno.it, link “Ambiente”.